Sci alpino, finali Coppa del Mondo Are 2018: gare, favoriti e analisi sulla squadra italiana

di - 13 marzo 2018
Sofia Goggia - Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.
Sofia Goggia - Photo: Pentaphoto/Marco Trovati.

Il meglio del circo bianco in soli cinque giorni: questa è la caratteristica principale delle finali di Coppa del Mondo che si disputano ad Are in Svezia dal 14 al 18 marzo 2018. L’evento che conclude di fatto una stagione lunghissima, piena di colpi di scena ed emozioni. Dopo le Olimpiadi e le numerose tappe svolte quest’anno, gli atleti hanno tutta l’intenzione di terminare al meglio con l’ultimo appuntamento del calendario di sci alpino. Nel 2018 le condizioni meteo hanno condizionato parecchi eventi; e anche in terra svedese non sembra andare diversamente. Le pesanti raffiche di vento hanno infatti costretto gli organizzatori a cancellare le prove cronometrate di discesa libera ma la speranza è ovviamente quella che tutte le gare ufficiali si possano svolgere regolarmente.

LE GARE – Si parte dunque mercoledì 14 marzo con le due discese libere: fari puntati sulla sfida interna tra Sofia Goggia e Lindsey Vonn che alle ore 12:00 si giocheranno la Coppa di specialità. Il giorno dopo sarà il turno del super-G maschile (ore 12:00) e di quello femminile (ore 10:30). La giornata di venerdì invece sarà interamente dedicata al Team Event dove la squadra azzurra ha attualmente (e storicamente) poche chance di mettersi in mostra. Successivamente il weekend vedrà il disputarsi di ben due gare composte da due manche: stiamo parlando del gigante maschile e dello slalom femminile di sabato: il tutto si apre alle 9:45 e si chiude alle 13:30. Si conclude in bellezza la domenica con le due manche di slalom maschile e le due di gigante femminile che chiuderanno di fatto la stagione 2018 del circo bianco.

GLI AZZURRI – Come detto Sofia Goggia guiderà la truppa azzurra nella discesa libera assieme a Nadia Fanchini, Johanna Schnarf e Federica Brignone. La bergamasca sarà presente anche nel gigante con Federica Brignone, Manuela Moelgg, Marta Bassino e Irene Curtoni: in questa specialità guida la classifica Viktoria Rebensburg, davanti a Worley e Shiffrin. Solo due presenze italiane invece nello slalom speciale dove Irene Curtoni e Chiara Costazza dovranno tenere alto il tricolore. Passando alle prove di velocità maschili troviamo Dominik Paris e Christof Innerhofer con l’aggiunta di Emanuele Buzzi nella libera di mercoledì. Peter Fill ha concluso anzitempo la stagione e lo rivedremo a partire dalla prossima più carico che mai. Luca De Aliprandini, Florian Eisath, Riccardo Tonetti, Roberto Nani e Manfred Moelgg saranno al cancelletto di partenza del gigante con l’ultimo presente anche nello slalom assieme a Stefano Gross che vuole trovare l’acuto in una stagione sfortunata e sotto le aspettative.

FAVORITI NEL MASCHILE – Non crediamo serva sottolineare quanto Marcel Hirscher sia favorito nelle discipline tecniche. Parlano i titoli (e anche le quote dei bookmakers) per quanto riguarda l’austriaco che ha dominato praticamente ogni tappa di Coppa del Mondo dopo il rientro dall’infortunio. Sarà curioso scoprire se Henrik Kristoffersen riuscirà a beffare il rivale salisburghese nell’ultimo appuntamento dell’anno: i numerosi secondi posti non sono ancora stati digeriti dal fuoriclasse norvegese che questa volta ha tutta l’intenzione e la voglia di imporsi. Svindal e Jansrud sono i due nomi da prendere in considerazione per la discesa e il super-G maschile. Un exploit di Dominik Paris e Christof Innerhofer è lecito aspettarselo dopo parecchie prestazioni da alti e bassi: bisognerà fare i conti però con la concorrenza spietata formata dai vari Feuz, Kriechmayr e Dressen, vincitore dell’ultima tappa a Kvitfjell.

FAVORITE NEL FEMMINILE – “Goggiate” permettendo, la campionessa olimpica di discesa è la favorita assieme a Lindsey Vonn: le due colleghe ed amiche si giocheranno la Coppa di specialità proprio ad Are. La statunitense dovrà ottenere un risultato migliore dell’azzurra visti i 23 punti che le dividono in classifica generale. Nel super-G invece Tina Weirather punta alla Coppetta ma dovrà fare attenzione ad atlete come Lara Gut, Anna Veith e la stessa Federica Brignone che non hanno nulla da perdere. Classifica dello slalom speciale già nelle mani di Mikaela Shiffrin che vorrà ripetersi ma soprattutto dare del filo da torcere a Rebensburg e compagnia nel gigante, dove la concorrenza è assai più tosta. Riuscirà la campionessa americana a trovare l’ennesimo successo? Non ci resta che scoprirlo tutti assieme su Sportface.it dal 14 marzo con le dirette scritte i consueti approfondimenti per non perdere davvero nulla di queste finali in Svezia.

 

© riproduzione riservata