Sci alpino, Brignone: “Metro piene e seggiovie chiuse, che cosa stupida. Perché ci fate ancora i tamponi?”

Federica Brignone - Foto Pentaphoto

“Spero che lascino la gente sciare, non ho mai capito perché non l’abbiamo fatto, facciamo uno sport outdoor. La gente ha sempre preso le metro e non ha potuto prendere le seggiovie: questa per me è stata veramente una cosa ingiusta e stupida, se posso permettermi di dire”. Non le manda a dire la campionessa azzurra di sci alpino Federica Brignone, che in un’intervista a pochi giorni dal via della nuova stagione di Coppa del Mondo, da lei vinta nel 2020, ha parlato delle tante difficoltà dovute alla gestione della pandemia: “Non capisco questo accanimento di fare tamponi, non stiamo male, mi auguro ci sarà pubblico dopo aver visto che in estate e in autunno il pubblico era presente anche se non al 100%. Per come siamo vestiti e bardati è difficile starsi vicino e quindi mi auguro che facciano scelte intelligenti, che facciano scelte per la gente e che lascino fare sport che è molto più importante di tutto. L’obiettivo è vincere una gara in Coppa e poi staccare più ticket possibili per le Olimpiadi, il sogno di un’altra medaglia olimpica sarebbe fantastico”.