Olimpiadi 2026, Malagò: “Partita apertissima, da pazzi non pensarlo”

Giovanni Malagò Giovanni Malagò - Foto Sportface

“Oggi consegneremo le chiavette con il dossier per la candidatura del 2026. Abbiamo fatto i compiti, secondo me li abbiamo fatti bene, nella migliore tradizione italiana siamo arrivati quasi all’ultimo secondo“. Così il presidente del Coni, Giovanni Malagò, il giorno dopo l’integrazione, da parte del governo, delle garanzie degli enti locali per la candidatura di Milano e Cortina ad ospitare le Olimpiadi invernali del 2026″.

La candidatura è sui generis ma oggettivamente molto forte – spiega il numero uno dello sport italiano a Radio Capital – Ci sono però fattori da tener conto: la Svezia non ha mai ospitato un’Olimpiade invernale, ha due membri del CIO particolarmente influenti e importanti, e noi abbiamo ospitato l’ultima Olimpiade invernale nel 2006. Saremmo dei pazzi se pensassimo che questa partita non è apertissima. Bisogna arrivare a 44 voti su 87, c’è da pedalare”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio