Olimpiadi 2026, Goggia e Wierer in coro: “Per l’Italia una grande occasione”

Dorothea Wierer - Festa Anterselva Dorothea Wierer - Foto Romeo Deganello

“Una grande occasione”. Così, in coro, Sofia Goggia e Dorothea Wierer commentano la candidatura di Milano-Cortina per ospitare le Olimpiadi invernali del 2026. A margine della cerimonia di premiazione degli atleti delle Fiamme Gialle a Roma, le due stelle azzurre degli sport invernali hanno espresso la propria idea sulla proposta italiana. “Spero che i Giochi del 2026 vengano assegnati al nostro bel Paese – ha dichiarato la Goggia – Cosa abbiamo più della Svezia? Siamo l’Italia, tutto è racchiuso nel nome. L’italianità è già un valore sopra tutto e sopra tutti”.

La giovane sciatrice azzurra, campionessa olimpica nella discesa libera a Pyeongchang 2018, sogna di poter gareggiare a Cortina nel 2026, “la mia pista preferita. Ci sono però ancora tante stagioni da disputare, tante gare, tanto sci – ha osservato la Goggia – Io sono una ragazza fatta di visioni molto lungimiranti ma di lavoro quotidiano, quindi sogno i Giochi in Italia e spero di arrivarci per poter gareggiare in quella che sarebbe sicuramente la mia ultima Olimpiade, ma intanto pensiamo a questa stagione che va preparata al meglio”. Non gareggerà sicuramente alle eventuali Olimpiadi di Milano-Cortina, invece, Dorothea Wierer, che però fa il tifo per l’Italia: “Questa candidatura è una grande occasione per il nostro Paese – ha sottolineato la biathleta azzurra, reduce dalla conquista della Coppa del mondo generale e dalla medaglia d’oro nella mass start al Mondiale in Svezia – Spero che a giugno il Cio ci assegni le Olimpiadi: io non ci sarò come atleta, ma spero comunque di poter dare una mano”.