Curling, Pescia nominato direttore tecnico delle Nazionali fino a Milano Cortina 2026

Stefania Constantini - Foto Fisg

Negli ultimi mesi, il movimento di curling italiano ha ottenuto risultati quasi impensabili, centrando un incredibile oro nel doppio misto con Constantini-Mosaner a Pechino 2022 e un bronzo con la squadra maschile ai Mondiali di Las Vegas. Risultati frutto anche dell’impronta e del lavoro portati da Claudio Pescia, allenatore di entrambe le squadre (insieme a Violetta Caldart per quanto riguarda il doppio misto). E ora la Fisg ha annunciato che Pescia, oltre a vedersi confermato in questi due ruoli, è stato nominato direttore tecnico delle squadre nazionali fino alle Olimpiadi invernali di Milano Cortina 2026. Un ruolo prestigioso e fondamentale, con l’obiettivo di elaborare e attuare una strategia che porti a valorizzare i campionati nazionali e ad allargare il settore giovanile, in modo da sfruttare l’onda lunga dei recenti successi per far crescere tutto il movimento di questo sport.

La Federghiaccio ha poi riportato i primi commenti di Pescia dopo la nomina: “Sono molto felice, onorato e motivato nell’assumere questo nuovo incarico. Siamo reduci da una stagione storica e straordinaria in cui abbiamo raccolto i frutti del lavoro portato avanti negli ultimi anni ed ora, con l’asticella che si è alzata e insieme ad essa anche le aspettative, dobbiamo essere bravi a programmare con lungimiranza per fare ulteriori step che ci conducano a fare una bella Olimpiade casalinga e a far sì che Milano Cortina sia non solo un traguardo, ma anche un trampolino di lancio per questa nostra disciplinaUno degli obiettivi è alzare il livello di competitività generale del nostro curling così da avere squadre che lottino e si facciano concorrenza nel campionato nazionale tenendo alta l’intensità e la motivazione. All’inizio proveremo e sperimentare ma senza dubbio ci avvicineremo con grande serietà ed attenzione a tutti gli eventi di rilievo, consapevoli che il curling può rivelarsi, come accaduto anche a Pechino, uno spettacolo capace di catturare l’interesse del Paese. Abbiamo tante idee e ci impegneremo al massimo per realizzarle“.