Combinata nordica, staffetta maschile: Norvegia imprendibile davanti alla Germania, Italia ultima

Alessandro Pittin - Foto Piazzi/Pentaphoto

La prima staffetta della stagione se l’aggiudica la Norvegia. La squadra composta da Jens-Luraas Oftebro, Espen Bjoernstad, Joergen Graabak e Jarl-Magnus Riiber batte la Germania che all’inizio della gara di fondo la precedeva di 21″. La compagine teutonica composta da Faist, Geiger, Frenzel e Weber nulla può contro l’ultima frazione di Riiber, pur essendo stata prima fino all’ultimo intermedio ai 19,5 km su 20. Con uno scatto imperioso negli ultimi 500 metri Riiber saluta la compagnia di Geiger e vince con 5″3 di vantaggio.

Il terzo gradino del podio se lo aggiudica il Giappone (Yoshito Watabe, Akito Watabe, Sora Yachi e Ryota Yamamoto) ma a ben 2’23″3 stampando in volata l’Austria (2’23″4). In particolare proprio il grande veterano Akito Watabe riesce a mettere lo sci davanti all’austriaco Johannes Lamparter.

Per quanto riguarda il quartetto italiano composto da Samuel Costa, Raffaele Buzzi, Jacopo Bortolas e Alessandro Pittin, in partenza all’ultimo posto con 2’34” di distacco dalla testa, non riesce a rientrare in gara, chiudendo al settimo ed ultimo posto a 4’35”4 dalla Norvegia.

About the Author /

Classe '96. Nasco in collina, poi lettere sul mare a Bari ma con le Dolomiti sempre nel cuore. Sciatore dall'alba del nuovo millennio, ho coniugato la passione dello sport alla scrittura. Su tutto sport invernali, poi ciclismo, nuoto, tennis, scherma e atletica, in ordine. Nel tempo libero cinema, libri, viaggi e sogni, e un romanzo d'amore.