Biathlon, Vittozzi: “Terzo posto punto di partenza, stagione da sufficienza”

Lisa Vittozzi - Foto Marco Trovati/Pentaphoto Lisa Vittozzi - Foto Marco Trovati/Pentaphoto

Mentre Dorothea Wierer lottava con Tiril Eckhoff per la conquista della Sfera di cristallo, Lisa Vittozzi si è giocata il successo nell’inseguimento di Kontiolahti fino all’ultima serie, riuscendo a concludere la gara al terzo posto, sopravanzata solamente dalla francese Julia Simon e dalla svizzera Selina Gasparin. Il secondo podio stagionale per la classe 1995 che ha concluso la classifica generale in decima posizione. Di seguito le sue dichiarazioni:

LISA VITTOZZIPrendo il terzo posto come un punto di partenza. Le condizioni erano difficili ma le ho gestite bene, con buona concentrazione, su questa pista sono sempre riuscita a togliermi delle soddisfazioni, volevo dimostrare a me stessa che potevo andare forte anche se la stanchezza si fa sentire. Peccato per l’ultimo errore, avrebbe potuto chiudersi e invece non lo ha fatto. Guardiamo avanti, è stata una stagione psicologicamente e fisicamente stressante, riparto da zero concentrandomi su me stessa. Ho imparato tante cose, mi assegno una sufficienza, anche se ero partita senza dubbi per aspirare a traguardi più alti. Credo che dalle lezioni negative si traggano i migliori insegnamenti, sono sicura che in futuro metterò in pratica quanto ho imparato. Adesso non vedo l’ora di tornare a casa mia, mi diletterò un po’ in cucina e guarderò qualche seri tv, sperando che le cose per tutti girino per il verso giusto al più presto”.