Biathlon, Ostersund 2021: Laegreid domina l’individuale. Solo 5º J. Boe. Male gli italiani

Lukas Hofer - Foto Pentaphoto

Sturla Holm Laegreid si impone nella 20 km individuale maschile di Ostersund, gara che apre la Coppa del Mondo di biathlon 2021/2022, per distacco, dominando la gara dal primo all’ultimo chilometro e poligono. Gara molto selettiva al tiro. Solo 4 atleti dei primi 10 hanno terminato la gara con il 20/20. Solo 5º il detentore della Coppa del Mondo generale Johannes Boe. Molto male gli italiani. Migliore del lotto Didier Bionaz 38º, unico in zona punti.

Partono forte i padroni di casa della Svezia che denotano una forma molto buona rispetto alla concorrenza. Jesper Nelin è primo dopo il primo poligono in vantaggio su Desthieux, Tarjei Boe, Loginov, Laegreid e l’altro svedese Femling. Prima sessione di tiro che dice male a cinque dei favoriti della vigilia. Il detentore della Sfera di Cristallo Johannes Thingnes Boe ed Emilien Jacquelin commettono un errore, mentre l’altro padrone di casa Sebastian Samuelsson ne commette due e, nonstante il miglior tempo sugli sci, è attardato di quasi 2′ dalla testa della classifica. Doppio errore a terra anche per l’altro svedese Martin Ponsiluoma e per il francese Quentin Fillon Maillet, che comunque a terra non è proprio a suo agio.

Il secondo poligono è l’inizio della sinfonia al tiro di Sturla Holm Laegreid. Altro zero e prima posizione provvisoria davanti a 7 outsider tutti con il doppio zero: il tedesco Roman Rees, l’americano Jake Brown, il lituano Vytautas Strolia, lo svizzero Benjamin Weger, i fratelli canadesi Christian e Scott Gow e i norvegesi Sivert Guttorm Bakken e Vetle Sjaastad Christiansen. T. Boe e Desthieux incappano nell’errore in piedi e scendono in classifica, mentre J. Boe, Fillon Maillet e Samuelsson con lo zero rientrano in gara. Jacquelin invece con 3 errori in piedi esce completamente di classifica.

Il terzo poligono è quello della conferma per Laegreid, altro zero e primo posto quasi inarrivabile per gli altri. Christiansen, T.Boe, Desthieux e Bakken non sbagliano a terra e restano in scia al campione del mondo in carica del format. Sbaglia invece Rees che scivola ad 1′ dal ventiquattrenne di Baerum. 4 norvegesi nei primi 5 posti provvisori dopo la terza sessione di tiro. Fillon Maillet non sbaglia e si riavvicina alla top 10, mentre J. Boe commette un errore che lo fa sfilare indietro. Fuori gara Samuelsson con altri 2 errori a terra. Nonostante un ottimo motore sugli sci, molto male al poligono quest’oggi. Stessa sorte è toccata quest’oggi a Jacquelin. Miglior tempo sugli sci dopo 3 tornate ma 5 errori totali che l’hanno condotto fuori dai 50.

Dopo il quarto poligono, altro zero per Laegreid che fa 20/20 si appresta a vincere la gara. Altro ottimo zero norvegese con Bakken e seconda posizione provvisoria; lo stesso vale per S. Gow terzo a quattro quinti di gara. T. Boe e Desthieux sbagliano e scendono rispettivamente al quarto e quinto posto provvisorio. Bravo Eduard Latypov, che dopo l’errore nella prima serie fa 3 zero consecutivi e risale fino alla sesta posizione. J. Boe non sbaglia, ma è abbastanza lento sugli sci ed è settimo a 1’37” da Laegreid. Straordinaria prestazione del giapponese Tsukasa Kobonoki, anche lui con lo zero e dopo 4 poligoni in ottava posizione provvisoria. Completano la top 10 provvisoria C. Gow che non ha sbagliato, ma l’errore nel poligono precedente lo ha mandato giù in classifica e Fillon Maillet, che ha sbagliato in piede, un po’ stranamente rispetto alle sue abitudini. Disastro totale di Christiansen che dopo essere entrato al poligono con lo stesso tempo di Laegreid ne sbaglia 3 ed esce di gara.

La classifica finale recita 4 norvegesi nei primi 6 posti, con gli unici intrusi Desthieux in terza posizione e S. Gow in quarta. Laegreid stravince la gara davanti a T. Boe. J. Boe è quinto, Bakken sesto, Latypov settimo, Fillon Maillet ottavo. Completano la top 10 Kobonoki e C. Gow.

Capitolo italiani: molto male questa prima gara stagionale per tutti. Thomas Bormolini termina in 46ª posizione con 3 errori al poligono, Lukas Hofer non ancora in forma paga più di 6′ dal vincitore con 3 errori al poligono, ed è in 61ª posizione, Dominik Windisch è 72º con 6 errori al tiro, Tommaso Giacomel è 95º con ben 8 errori. Didier Bionaz invece è rimasto attaccato alla top 20 fino all’ultimo poligono dove ha commesso due errori, complice probabilmente la stanchezza e la poca esperienza ed ha chiuso al traguardo 38º.

Da segnalare il miglior tempo sugli sci di Jacquelin con 18″ di vantaggio su Claude. Sugli sci J. Boe paga addirittura 1′ dal transalpino in 10ª posizione.

About the Author /

Classe '96. Nasco in collina, poi lettere sul mare con le Dolomiti sempre nel cuore. Sciatore dall'alba del nuovo millennio, ho coniugato la passione sportiva a quella scrittoria. Su tutto sport invernali, poi ciclismo, tennis e nuoto. Nel tempo libero divoratore di libri, narratore di storie d'amore, recensore di film, viaggiatore con lo zaino in spalla e sognatore incantato.