Inter, Marotta sulla Serie A: “Nel 2000 era l’Eldorado del calcio, ora solo un campionato di passaggio”

Giuseppe Marotta Giuseppe Marotta - Foto Sportface

Il direttore sportivo dell’Inter Beppe Marotta, nel corso di un incontro sui 130 anni del quotidiano il Mattino, ha parlato del prestigio e dell’evoluzione del campionato di Serie A. “Nel 2000 eravamo l’Eldorado del calcio sia in termini di partite, ingaggio giocatori, oggi il nostro e’ un campionato di transizione, i calciatori vengono e poi vogliono andare via. Ne ho avuto un esempio con Lukaku e Hakimi, che arrivavano dal Manchester United e dal Real Madrid, che al termine della stagione hanno chiesto di andare via. Dal mecenatismo non siamo stati pronti a passare ad un modello di business”.  Successivamente il dirigente ha aggiunto: “Prima eravamo i primi per qualita’ del prodotto, per fatturato poi abbiamo iniziato a perdere posizione. Non siamo stati pronti al cambiamento, non abbiamo capito che da un certo di tipo mecenatismo dove i grandi imprenditori delle citta’ quasi per rispetto dei cittadini firmavano assegni, ad un altro dove il calcio rappresenta il prodotto in termini di vendita. Abbiamo mancato di lungimiranza e abbiamo un gap da colmare”.