Valerio Aspromonte: “Tagliariol? A Wuhan ero in camera con lui ma non ho avuto nulla”

Io ero nella stessa camera di Matteo Tagliariol e non capisco perché sia uscito tutto questo a mesi di distanza“. Valerio Aspromonte, intervistato dall’Adnkronos, si mostra sbalordito di fronte al caos mediatico attorno ai Mondiali militari di Wuhan. La recente rivelazione di Tagliariol, oltre ad altre testimonianze di alcuni atleti presenti, hanno acceso il dibattito su un possibile contagio da covid-19 durante i Mondiali militari. Il campione di fioretto delle Fiamme Gialle, però, non crede a questa tesi: “Io ho fatto un viaggio intercontinentale, dopo 16-18 ore sono arrivato al Villaggio di Wuhan, poi ho dormito tanto per la stanchezza e il jet lag ma è normale. Non ho avuto sintomi influenzali, né febbre, né tosse particolare. Io non ho avuto nulla e la gara si è svolta nel modo più normale possibile“. E ancora: “Siamo stati 11 giorni dentro il Villaggio che era pulito e ordinato, atleti moribondi per il villaggio non ne ho visti, ho sempre mangiato nella mensa del Villaggio, era tutto nella norma“.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.