Tokyo 2020, maratona femminile: al via Giovanna Epis

Giovanna Epis, foto FIDAL

Nata a Venezia, quartiere Santa Marta, l’1 ottobre 1988, tesserata per il Gruppo Sportivo Carabinieri, Giovanna Epis può in qualche modo essere considerata figlia d’arte: il papà Roberto infatti è un podista amatoriale di buon livello, che vanta un personale di 2h51’ in maratona. Giovanna inizia a frequentare il mondo dell’atletica alle scuole medie, nella Società Venezia Runners Atletica Murano. Nel 2007 si trasferisce a Legnano, per vestire i colori del Gruppo Sportivo Forestale. Dal 2017 con l’approdo al Gruppo Sportivo dei Carabinieri, la sua guida tecnica viene assunta da Giorgio Rondelli, già allenatore di campioni assoluti come Alberto Cova e Francesco Panetta.

Esordisce in maratona nel 2015 a Firenze, dove corre in 2h39’28’’. Dal 2015 al 2020 correrà altre 5 maratone, migliorando in ognuna il proprio primato personale, fino alla gara di Reggio Emilia del Dicembre 2020, valevole per il titolo italiano, dove ottiene il minimo olimpico tagliando il traguardo in 2h28’03’’. Nella mezza maratona vanta un personale di 1h11’14’’, ottenuto nell’Ottobre 2020 nella rassegna iridata di specialità svoltasi a Gdynia in Polonia.

Dando uno sguardo al palmares, Giovanna Epis vanta a livello giovanile vanta due ori nei campionati italiani juniors sui 5.000 metri ed un oro nei 1.5000 metri indoor. Nel 2020 ha conquistato il titolo di campionessa italiana di maratona. Nel corso della sua carriera ha fin qui vestito per 10 volte la maglia azzurra in competizioni internazionali: dai campionati europei di cross, alla coppa Europa, fino ai Mondiali di Doha nel 2019. Tokyo 2020 sarà la sua prima Olimpiade.

Nel tempo libero si dedica all’altra sua grande passione, ovvero la cucina, in particolare alla preparazione di dolci e crostate.