Running, White Marble Marathon 2018: Samson Mungai Kagia e Clementine Mukandanga in trionfo

di - 11 febbraio 2018
Clementine Mukandanga
Clementine Mukandanga - Foto Fidal

E’ andata in scena domenica 11 febbraio a Carrara la seconda edizione della White Marble Marathon. Circa 700 i partecipanti totali per un evento che ha previsto anche la competizione sulla distanza della mezza maratona. Africa padrona, come spesso accade, della 42km. Tra gli uomini successo finale per il keniano Samson Mungai Kagia (Atletica Sandro Calvesi) con il tempo di 2h16’42’’. Alle sue spalle è giunto il marocchino Youness Zitouni (Podistica Il Laghetto) con il tempo di 2h17’41’’, mentre ha completato il podio il campione italiano di specialitàAhmed Nasef (S.S. Atletica Desio) in 2h23’03’’. Altri 2 italiani ai piedi del podio: Francesco Iacomelli (Runcard) e Corrado Pronzati (Maratoneti Genovesi) sono giunti infatti 4° e 5°, anche se staccati dal terzetto di testa, con i tempi di 2h41’33’’ e 2h42’09’’. Vittoria africana anche in campo femminile dove la ruandese Clementine Mukandanga (Runner Team 99 SVB) ha tagliato il traguardo in 2h45’56’’, conquistando anche la 9^ posizione nella classifica assoluta. Tutto azzurro invece il resto del podio: seconda piazza per Claudia Maretta (GS Lammari 2h55’18’’), che ha preceduto di circa un minuto Chiara Milanesi (Fo di Pe’ , 2h56’09’’).

Nella mezza maratona, vittoria per Giovanni Grano (Nuova Atletica Isernia) con un ottimo tempo di 1h07’37’’. Grano è giunto al traguardo con un consistente vantaggio nei confronti del marocchino Jamali Jilali (GP Parco Alpi Apuane), secondo classificato in 1h13’06’’ e di Domenico La Banca (GS Il Fiorino), terzo in 1h13’24’’. Al femminile, successo per Ivyne Jaruto Lagat, con un crono di 1h14’22’’. La Lagat ha fatto gara solitaria, precedendo sul traguardo Margherita Cibei (ASD Atletica Alta Toscana, 1h22’14’’) e Luciana Bertuccelli (Pro Avis Castelnuovo Magra, 1h24’59’’).

© riproduzione riservata