Running, La BiUltra 6.24 in calendario a Biella il 27 e 28 marzo

La BiUltra 6.24 running BiUltra 6.24 comitato organizzatore

L’Ultramaratona italiana prova a ripartire nonostante la pandemia. Dopo il rinvio ad Aprile la Strasimeno originariamente in calendario domenica 5 marzo, le notizie incoraggianti arrivano da Biella: nel weekend del 27-28 mrzo si svolgerà infatti nella città piemontese la seconda edizione della BiUltra 6.24, gara valida come prova unica di campionato nazionale e regionale FIDAL/IUTA di 24 Ore su strada. Oltre alla competizione sulle 24 Ore, prevista anche la gara di 6 Ore, inserita nel Gran Prix IUTA 2021 .

La manifestazione è organizzata dalla Polisportiva ASD Pietro Micca – Sezione Podismo Biella Running, con il patrocinio dell’amministrazione comunale. Il responsabile tecnico di Biella Running Paolo Vialardi inquadra così l’evento: “Stiamo lavorando con molto impegno, in stretta sinergia con FIDAL, IUTA ed amministrazione comunale per preparare una competizione da vivere nella massima sicurezza. Il percorso di gara, quasi interamente asfaltato, è un anello di 1km certificato FIDAL: la partenza avverrà dall’Accademia dello Sport e vi sarà il passaggio all’interno del Campus Universitario della Città degli Studi. La gara di 24 Ore scatterà sabato 27 marzo alle 15.00, mentre alle 10.00 di domenica 28 marzo inizieranno la loro fatica i concorrenti dalla 6 Ore. Voglio rimarcare un aspetto importante, ovvero la collaborazione con Special Olympics, il più grande movimento sportivo internazionale dedicato alle persone con disabilità mentale. A tal proposito, sarà alla partenza della 24 Ore il nostro tesserato Simone Perona, atleta con disabilità, che tenterà il concludere la gara. Sarebbe il primo al mondo a riuscirci

Non disputata nel 2020, la BiUltra 6.24 ha visto la sua prima edizione nel 2019. Oltre 150 gli atleti classificati, in rappresentanza di 12 regioni italiane e 6 nazioni. Nella 24 Ore, il successo era andato a Matteo Grassi con 220 km e 280 metri, davanti ad Angelo Cislaghi (190,903) e Vincenzo Tarascio (177,744). Tra le donne trionfo per Francesca Innocenti con 203 km e 630 metri. Sul podio anche Mirela Hilaj (170,936) e Kirsi Burzio (155,273). La gara di 6 Ore il più bravo era stato  Massimo Sinigaglia con 75 km e 322 metri; alle sue spalle Cristiano Rollo (73,091) e Stefano Romano (71,557). Nella gara femminile, vittoria di  Carolina Gatti con 60,712 km davanti a Mihaela Ivanova Englaro (59,550) e Paola Birolo (58,640).

Per quanto riguarda l’affluenza alla seconda edizione, Vialardi è ottimista “Molti atleti iscritti nel 2020 hanno già confermato la loro partecipazione. Nella 24 Ore sarà al via il campione in carica Stefano Romano, che dovrà difendere il titolo conquistato lo scorso settembre alla Lupatotissima. Segnalo inoltre che hanno già dato la propria adesione due atlete di grandissimo livello: Francesca Canepa e Lisa Borzani. Nella 6 Ore ci aspettiamo invece grandi cose dal beniamino di casa Stefano Velatta: nel 2019 un infortunio gli aveva precluso la partecipazione, in queste settimane sta facendo degli ottimi allenamenti e crediamo tutti che possa essere protagonista