Running, 5000 in pista a Biella: vincono Marco Gattoni e Valeria Roffino

di - 11 luglio 2018

Grande spettacolo martedì 10 luglio sulla pista di atletica dello Stadio V. Pozzo – A. Lamarmora di Biella, dove si è svolta la manifestazione “Tutti in pista 5.000 party”, meeting sulla distanza di 5.000 metri, organizzato dal comitato FIDAL Biella/Vercelli, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Biella e le società Olimpia Runners ASD, ASD Gaglianico 74, Biella Running ASD e Unione Giovane Biella. Il caldo umido e la concomitanza della semifinale del campionato del mondo di calcio non hanno comunque tenuto lontano gli appassionati dell’atletica, che sono accorsi in gran numero ad incitare i concorrenti.

Un programma nutrito quello predisposto dagli organizzatori, che ha visto 5 serie sui 5000, con partenza alle 18.30 per gli atleti con i tempi di accredito più alti, a cui si è aggiunta una serie unica ad inviti sulla distanza degli 800 metri. Grande attesa soprattutto per la serie finale dei 5.000 metri, andata in scena alle 20.40, e caratterizzata dalla presenza, tra gli altri, della biellese Valeria Roffino (G.S. Fiamme Azzurre), atleta nel giro della nazionale ed accreditata di un personale sulla distanza di 16:09.69, stabilito il 16 giugno a Tubinga. La Roffino, cosi come Matteo Lometti (Unione Giovane Biella), anche lui alla partenza della serie finale, è allenata dalla Professoressa Clelia Zola, Fiduciario Tecnico Regionale per la Fidal Piemonte, che da bordo pista ha dispensato consigli ai suoi allievi per tutta la durata della gara.

Una serie finale, dunque, che non ha tradito le attese. Vittoria per Marco Gattoni (Sport Project VCO): l’atleta classe 1997 ha tagliato il traguardo in 15:59.04, davanti a Matteo Lometti (16.10.0), che ha preceduto a sua volta Francesco Nicola (G.S. Ermenegildo Zegna, 16:11.0). Nella gara femminile, successo annunciato per la Roffino in 16:14.03, che è giunta anche quarta assoluta, anche se con un pizzico di rammarico per non aver ritoccato il personale. Il podio femminile è stato poi completato da Marta Gariglio (Unione Giovane Biella, 18.31.06) e da Chiara Copelli (Runner Team 99 SBV, 18:56.07).

Al termine della gara, Sportface.it ha raccolto le impressioni di Matteo Lometti: “E’ stata veramente un’emozione forte correre nello stadio della mia città – afferma l’atleta dell’Unione Giovane Biella – davanti ad un pubblico così caloroso. Per quanto riguarda la gara, sono abbastanza soddisfatto, anche perché ho ritoccato di circa 3’’ il mio primato personale sulla distanza. Quando si fa il personale, non si può certo essere delusi. Resta un pizzico di rammarico perché speravo di riuscire a correre sotto i 16’, ma evidentemente manca ancora qualcosa. La gara è stata impegnativa, ho capito subito che sarebbe stato difficile centrare l’obiettivo: non ho trovato il ritmo ideale nella prima parte, poi ho cambiato qualcosa, ma era troppo tardi. Forse avevo ancora sulle gambe i postumi dei 1.500 che ho corso sabato e dove sono andato veramente forte. In ogni caso, bisogna guardare il bicchiere mezzo pieno, perché il crono è stato buono, e continuare a lavorare a testa bassa per migliorare ancora”:

Chiusura finale per Paolo Vialardi (Biella Running), che a nome del comitato organizzatore, esprime la sua soddisfazione: “Sono molto contento. L’obiettivo di queste manifestazioni è quello di far conoscere al pubblico ed ai runners stessi quanto possa essere coinvolgente e spettacolare l’atletica leggera. Ho 33 anni di attività alle spalle, prima come ottocentista ed ora come ultra-maratoneta, oltre che fondatore di Biella Running: sostengo sempre che l’atletica italiana debba e possa tornare ai fasti di un tempo e ciò avviene anche partendo da come questa. Ringrazio di cuore tutti quelli che hanno contribuito all’organizzazione, oltre agli atleti ed al numeroso pubblico”.

© riproduzione riservata