Ciclismo su pista: il quartetto femminile qualificato all’Olimpiade

Inseguimento donne Italia - Ciclismo pista
La seconda giornata della terza prova di Coppa del Mondo a Hong Kong regala all’Italia una qualificazione storica. Il quartetto composto da: Frapporti, Balsamo, Bartelloni e Pattaro viene battuto in semifinale dalla Germania e così le azzurre si sono dovute accontentare della finalina per il settimo-ottavo posto, dove la Frapporti, impegnata nell’omnium, viene sostituita dalla Cecchini. Con il tempo di 4’32”643 l’Italia riesce a superare la Polonia e a concludere il torneo in settima posizione, piazzandosi al sesto posto della classifica di coppa con 540 punti e come seconda squadra europea dietro alla Gran Bretagna. La prova dell’inseguimento a squadre femminile è stata vinta dal Canada con il tempo di 4’19”737, tempo ancora lontano per le nostre azzurre. Da sottolineare la splendida prova di tutta la squadra e in particolar modo della giovanissima Elisa Balsamo, ancora juniores, già in grado di competere a livello internazionale.

Con la qualificazione in tasca il CT Savoldi potrà preparare il Mondiale con più calma, e chissà, magari ottenere una medaglia. Il quartetto maschile del CT Villa composto da Consonni, Scartezzini, Ganna e Lamon ottiene, invece, il terzo tempo di qualificazione, ma la sfida contro i danesi si rivela troppo ostica per il trenino azzurro che conclude il torneo al sesto posto. Una buona prova, ma Rio 2016 resta un miraggio.

About the Author /

A 6 anni i primi calci a un pallone, a 12 le prime pedalate in sella a una Bianchi e non ci è voluto molto a capire che quelli erano i miei due mondi e che avrei dovuto raccontarli, scrivendo i gol dei campioni e le imprese degli eroi su due ruote. A 20 anni mi ritrovo a studiare presso la facoltà di Scienze della Comunicazione a Bologna