Pallanuoto, Europei Budapest 2020. Italia-Grecia 7-5, Zizza: “Era la partita che volevo”

Pallanuoto - Setterosa - Rio 2016 - Foto Mezzelani/Gmt

“Questa era la partita che volevo, al di là del risultato. Per intensità e determinazione. La squadra che ci crede e che deve crederci sempre. Una vittoria che fa anche morale per Trieste, dove a marzo ci attendono le qualificazioni olimpiche”. Sono queste le parole del ct del Setterosa Paolo Zizza al termine di Italia-Grecia 7-5, finale per il quinto posto agli Europei di pallanuoto di Budapest 2020.

Le azzurre chiudono dunque al quinto posto ma con un pizzico di rammarico per una rassegna continentale non andata come da aspettative. Zizza analizza così il cammino del Setterosa: “Un europeo da analizzare fino in fondo; in alcune partite ci sono mancati un paio di tempi, però l’atteggiamento di oggi è quello giusto. Mi sono piaciute l’attitudine, la voglia, la grinta. Spegnere ogni situazione. Quel metterci sempre qualcosa in più che ha sempre contraddistinto l’Italia e le nostre squadre. Ci dobbiamo allenare tanto perché sarà una battaglia per tutte e quattro le squadre, non soltanto per Italia e Grecia, anche per Ungheria e Olanda”, conclude il tecnico delle azzurre che devono ancora conquistare il pass per Tokyo 2020.