Tokyo 2020, sollevamento pesi: eliminata anzitempo la transgender Hubbard

Tokyo Tower - Foto di t-mizo CC BY 2.0

Laurel Hubbard è stata eliminata anzitempo dalla gara di sollevamento pesi delle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’atleta neozelandese, riguardo la quale vi era attesa in quanto transgender, così da valutarne obiettivamente le prestazioni nella categoria femminile, non ha rispettato le grandi aspettative sul suo esordio. Hubbard non ha completato i tre esercizi previsti dalla prova di riferimento, forse soffrendo sin troppo la pressione mediatica o ancora semplicemente non riuscendo a offrire il massimo delle proprie possibilità in un palcoscenico prestigioso. Vorrei solo ringraziare il popolo giapponese per aver ospitato le Olimpiadi in circostanze così straordinarie. Penso. Non sono ignara delle polemiche che circondano la mia partecipazione a questi Giochi. Per questo motivo vorrei ringraziare il Cio per aver affermato il suo impegno per aver stabilito che lo sport inclusivo e accessibile“. Così Hubbard al termine della prova, entusiasta comunque di aver partecipato ai Giochi nipponici.