Tokyo 2020, ciclismo su strada: i favoriti delle cronometro, attesa per la sfida Ganna-Van Aert

Filippo Ganna con la maglia azzurra

Le prove a cronometro di ciclismo alle Olimpiadi di Tokyo 2020 si disputeranno entrambe mercoledì 28 luglio, con quella femminile che anticiperà di qualche ora quella maschile. Per gli uomini saranno 41 i partecipanti da 31 nazioni diverse, mentre per le donne gareggeranno in 26 da 21 nazioni diverse.

CRONOMETRO MASCHILE: PERCORSO E ALTIMETRIA

I FAVORITI DELLA PROVA IN LINEA

CRONO MASCHILE – Negli uomini è attesissima la sfida tra Filippo Ganna e Wout Van Aert, che nell’ultima edizione dei mondiali a settembre 2020 hanno concluso al primo e al secondo posto la prova a cronometro. In quell’occasione l’italiano vinse nettamente, ma questa volta probabilmente parte con un leggero favore il belga, reduce da un Tour de France perfetto nel quale ha dimostrato una forma strepitosa. Van Aert si è infatti imposto in tre frazioni, di cui una a cronometro, nella quale ha effettuato l’ultima prova in vista di Tokyo. Per il belga l’incognita potrebbe derivare dal fatto che solo quattro giorni prima parteciperà all’impegnativa corsa in linea, che sicuramente sarà molto dispendiosa.

Il campione del mondo Filippo Ganna invece non ha disputato il Tour de France, che storicamente è di solito un vantaggio in vista delle Olimpiadi, ma ha vinto entrambe le cronometro del Giro d’Italia di due mesi fa.
Anche per l’italiano comunque c’è l’incognita della condizione, il che rende la sfida tra i due ancora più incerta e interessante. Non sarà solo una sfida tra i due però, dato che anche Rohan Dennis (Australia) sa come si vincono le cronometro, avendo vinto per ben due volte i mondiali della specialità.

Attenzione anche al solito Primoz Roglic (Slovenia), al rientro dopo la caduta del Tour de France, e al giovane talento Remco Evenepoel (Belgio), impegnato anche nella prova in linea qualche giorno prima. Joao Almeida è la speranza per il Portogallo, mentre l’Olanda potrà contare sul ritorno di Tom Dumoulin. Kasper Asgreen (Danimarca) è un altro ottimo cronoman reduce da un bel Tour, mentre la Svizzera punterà su Stefan Kung. Remi Cavagna sarà invece la carta francese, Ion Izagirre quella spagnola.

CRONOMETRO DONNE – Tra le donne la situazione appare analoga alla prova in linea: le favorite saranno le solite Anna Van der Breggen e Annemiek Van Vleuten (Olanda), Chloe Dygert (Stati Uniti) e Lisa Brennauer (Germania), mentre l’italia punterà su Elisa Longo Borghini che sarà l’unica azzurra al via della prova contro il tempo.

CRONOMETRO FEMMINILE: PERCORSO E ALTIMETRIA

ALBO D’ORO CRONOMETRO