PyeongChang 2018, sci alpino: Svindal oro storico in discesa, Paris quarto e fuori dal podio

di - 15 febbraio 2018
Dominik Paris
Dominik Paris - Foto Pentaphoto/Giovanni Auletta

Aksel-Lund Svindal vince la medaglia d’oro della discesa olimpica di PyeongChang 2018. Si tratta della prima medaglia d’oro della storia per la Norvegia in una discesa a cinque cerchi, ma per i norvegesi la festa è completa visto che Kjetil Jansrud vince la medaglia d’argento e chiude sei centesimi davanti allo svizzero Beaut Feuz, medaglia di bronzo. Dominik Paris chiude quarto, Peter Fill sesto: l’Italia è fuori dal podio.

Una gara che si è decisa sui piccoli dettagli visto che questa pista olimpica non permette grandi sbavature. E Svindal è stato bravo a non fare errori grossolani con Jansrud che invece si è giocato la medaglia d’oro nella parte centrale del tracciato dove ha commesso un paio di imprecisioni decisive che lo hanno relegato dietro al suo connazionale. Qualche errore di troppo anche per Dominik Paris che chiude a trentasei centesimi dal podio nonostante un quarto posto che può essere catalogato come un buon risultato. Per la prima parte di gara Peter Fill è stato a giocarsi il podio in maniera concreta, poi un errore che gli ha fatto perdere mezzo secondo nella parte di tracciato dove Svindal ha fatto la differenza. Errore che ha fatto perdere velocità all’azzurro che si è dovuto accontentare della sesta piazza. Giornata non da ricordare per il team austriaco visto che Kriechmayr è settimo, Matthias Mayer, campione olimpico in carica, nono. Non una bella prova per Christof Innerhofer che chiude addirittura a due secondi dalla vetta, lontanissimo dalle posizioni che contano. Emanuele Buzzi paga tra il terzo e il quarto intertempo ed è ventiduesimo al traguardo.

LA CLASSIFICA FINALE

ORO: Aksel-Lund Svindal (NOR) 1:40.25
ARGENTO: Kjetil Jansrud (NOR) +0.12
BRONZO: Beat Feuz (SUI) +0.18
4 Dominik Paris (ITA) +0.54

5 Thomas Dressen (GER) +0.78
6 Peter Fill (ITA) +0.83
7 Vincent Kriechmayr (AUT) +0.90
8 Brice Roger (FRA) +1.14
9 Matthias Mayer (AUT) 1.21
10 Andreas Sander (GER) +1.37
17 Christof Innerhofer (ITA) +1.98
22 Emanuele Buzzi (ITA) +2.59

© riproduzione riservata