PyeongChang 2018, curling: l’Italia supera col brivido gli Stati Uniti per 10-9

di - 15 febbraio 2018
Joel Retornaz, Italia curling
Joel Retornaz, skip della nazionale italiana di curling - Foto FISG

Finita anche la terza partita dell’Italia del curling alle Olimpiadi di PyeongChang 2018. Gli azzurri conquistano la seconda vittoria del round robin sconfiggendo con il punteggio di 10-9 gli Stati Uniti. Partita rocambolesca che ha visto l’Italia quasi sempre al comando. A decidere l’incontro una stone piazzata da Mosaner all’ultimo tiro dell’ultimo end. Emozioni e gioia per il curling italiano che ci regala un’altra gioia.

LA CLASSIFICA AGGIORNATA DEL ROUND ROBIN

LA CRONACA. Match che inizia con una serie di bocciate, così come era avvenuto nell’incontro di ieri contro il Canada. Mosaner risolve la situazione piazzando il punto e permettendo all’Italia di condurre dopo il primo end. La reazione degli americani però è puntuale: gli Usa infatti pareggiano subito i conti con l’ultimo tiro. Nel terzo end arriva il momento clou: gli italiani rischiano e fanno bene. Infatti gli atleti a stelle e strisce compiono una clamorosa disattenzione e noi possiamo conquistare ben cinque punti, avanzando sul 6-1. Partita pazza con tanti cambiamenti di fronte: Amos Mosaner a fine del quarto end compie una scelta rivedibile e gli states bocciano due nostre stone allineate. I punti per gli avversari diventano ben tre con gli Stati Uniti che quindi ritornano sotto nel punteggio per 6-4.

Il periodo favorevole agli americani continua: l’Italia si fa rubare la mano consegnando due punti a causa di un errore del solito Mosaner che oggi fa e disfa. Quest’ultimo però tira fuori qualcosa di incredibile, mettendo a referto un incredibile bocciata al termine del sesto end. Nel parziale successivo gli statunitensi decidono di non andare a punto nel tentativo intelligente di tenere la mano ma questo favorisce i nostri colori. Alla fine si vola all’ultimo parziale sul nove pari in un finale al cardiopalma. L’ultimo tiro dell’ultimo end è affidato alle mani precise di Amos Mosaner che non sbaglia e piazza il punto vincente. Successo fondamentale per il round robin dove ci mettiamo nei piani alti grazie alle due vittorie e alla sola sconfitta con il Canada.

© riproduzione riservata