Pyeongchang 2018, Arianna Fontana sarà la portabandiera: “Un sogno che si realizza”

Arianna Fontana - Foto Francesco Armillotta

Arianna Fontana sarà la portabandiera dell’Italia alla cerimonia di apertura delle Olimpiadi invernali di Pyeongchang 2018. L’investitura ufficiale arriverà soltanto martedì con una cerimonia formale al Coni, ma la notizia è ormai trapelata già da diverse ore.

Così la campionessa dello short-track, vincitrice di cinque medaglie olimpiche nelle ultime tre edizioni dei giochi, è stata intervistata dalla Gazzetta dello Sport. Naturalmente la diretta interessata non può apertamente confermare il tutto, ma la possibilità viene accolta con entusiasmo dalla lombarda: “Da piccola avevo due sogni: partecipare alle Olimpiadi e farlo da portabandiera. Ho avuto la fortuna di realizzare il primo e trasformare il secondo in realtà, alla quarta presenza olimpica, sarebbe qualcosa di straordinario.”

Una storia lunga quella di Arianna con le Olimpiadi, a partire da Torino 2006 che la fece scoprire al mondo come la più giovane italiana di sempre a vincere una medaglia olimpica (bronzo in staffetta) a nemmeno 16 anni. “Sarebbe motivo di grande orgoglio – aveva detto qualche settimana fa sulla possibile nomina ad alfiere della spedizione azzurra, che adesso non può più negare l’investitura – Come festeggerò? Con allenamento, allenamento e allenamento…” In effetti la Fontana, di rientro dagli Stati Uniti paese di origine del marito Anthony Lobello, andrà subito a Courmayeur per allenarsi con le compagne di nazionale. Martedì però la 26enne si recherà a Roma, dove il presidente del Coni Malagò annuncerà ufficialmente il suo ruolo di portabandiera.