Milano-Cortina 2026, Malagò lancia la sfida: “Candidatura splendida, sarà Olimpiade diversa”

Logo Milano-Cortina - Olimpiadi 2026

A poche ore dalla cerimonia di chiusura delle Olimpiadi invernali di Pechino, nella capitale cinese si è tenuta la conferenza stampa di Milano-Cortina 2026. A presiedere l’evento il presidente del Coni Giovanni Malagò, che ha tracciato i prossimi passi: “Siamo in ballo da 6 anni, ma con la consegna della bandiera olimpica inizierà un percorso nuovo, ci impegneremo per un’Olimpiade diversa – ha spiegato il numero uno dello sport italiano – Abbiamo una candidatura splendida e particolare, con due città e due regioni diverse. Abbiamo sfruttato l’agenda 2020 del Cio, ci sono aspetti senza precedenti sulla percentuale di nuovi impianti, abbiamo la grande opportunità di rappresentare le cose più belle e iconiche del nostro territorio.”

Insieme a Malagò sono presenti anche l’amministratore delegato del Comitato di Milano-Cortina 2026, Vincenzo Novari, i sindaci delle due città, Giuseppe Sala e Gianpietro Ghedina e il direttore artistico delle cerimonie olimpiche, Marco Balich. “Credo che abbiamo una grande possibilità e possiamo gestirla, vogliamo una ripartenza che culmini nel 2026 con l’inizio di una nuova era per Milano” ha spiegato Sala durante la conferenza.