Milano Cortina 2026, Bach: “Altra pietra militare per la parità di genere”

Thomas Bach Thomas Bach, presidente Cio

Quella dei Giochi Olimpici Invernali di Milano-Cortina 2026 sarà l’edizione più equilibrata di genere fino ad oggi, con il 47% di partecipazione femminile. Il programma è stato approvato dall’Executive Board (EB) del Comitato Olimpico Internazionale (CIO) sulla base delle raccomandazioni della Olympic Program Commission (OPC), che ha valutato le proposte delle Federazioni Internazionali. Sono stati inseriti otto nuovi eventi, con una forte attenzione all’uguaglianza di genere.

“Abbiamo compiuto progressi significativi per colmare il divario di genere ai Giochi Olimpici Invernali. Stiamo passando dal 40 per cento di partecipazione femminile a Sochi 2014 al 47 a Milano-Cortina. Ci impegniamo a continuare a promuovere la parità di genere e Milano-Cortina sarà un’altra pietra miliare in questo sforzo” ha dichiarato il presidente del Cio, Thomas Bach.

Queste le novità introdotte per Milano-Cortina, che riguardano quattro discipline: Sci alpinismo (nuovo sport olimpico per questi Giochi), con l’inserimento di tre gare, sprint maschile, sprint femminile e staffetta mista, il Bob, con l’inclusione di un evento di Skeleton, cioè una prova a squadre miste, lo Slittino, con l’inserimento di un doppio femminile, e lo Sci, con l’inserimento di tre nuovi eventi, sci freestyle dual moguls maschile, freestyle ski dual moguls femminile e salto con gli sci femminile ‘large hill’ individuale. La gara eliminata dal programma olimpico è invece quella mista di parallelo a squadre.