Olimpiadi Milano-Cortina 2026, approvato disegno di legge per l’entrata dell’Alto Adige

Logo Milano-Cortina - Olimpiadi 2026

“L’Alto Adige entra formalmente nel percorso che portera’ all’organizzazione e allo svolgimento delle Olimpiadi invernali 2026”. Sono queste le dichiarazioni del presidente Arno Kompatscher in seguito all’approvazione del disegno di legge da parte della Giunta provinciale: un disegno che fissa la partecipazione della Provincia di Bolzano al Comitato organizzatore di Giochi Olimpici e Paralimpici Milano Cortina 2026 e all’Agenzia di progettazione olimpica. La proposta è quella di stanziare un totale di 950.000 euro: 500.000 rappresentano la quota di adesione alle Olimpiadi invernali 2026, mentre per garantire il funzionamento degli organismi che cureranno l’organizzazione dei Giochi saranno messi a disposizione 150.000 euro l’anno per il triennio 2020-2022. L’Alto Adige sarà sede con Anterselva di alcune prove, in fattispecie di biathlon.

Il ddl approvato dalla Giunta, e che a fine novembre arriverà in Consiglio provinciale, assicura “d’intesa con gli altri enti partecipanti, il supporto necessario per l’organizzazione e lo svolgimento dei Giochi secondo quanto definito dal dossier di candidatura e dalla Carta olimpica”. La “macchina” di Milano Cortina 2026 prevede un organo di supervisione e coordinamento, denominato Consiglio olimpico: 8 persone ne faranno parte in rappresentanza di CIO, CONI, Comitato paralimpico, città, regioni e province. La parte operativa sarà affidata al Comitato organizzatore, il soggetto giuridico strutturato sotto forma di Fondazione incaricato di sovraintendere alle operazioni di organizzazione delle Olimpiadi 2026.