Tokyo 2020, Paltrinieri: “Ero al 75%, è stata una bella Olimpiade”

Gregorio Paltrinieri - Foto Ferraro/GMT

Lottare fa bene, ero al 75 per cento ma mi sono detto che una malattia non poteva rovinare tutto“. Al “Corriere della Sera”, Gregorio Paltrinieri commenta così le sue Olimpiadi, dopo essere tornato in Italia. Per Greg il bottino di Tokyo è composto da un argento, conquistato in vasca sugli 800 metri stile libero, e da un bronzo, ottenuto nelle acque libere, nella 10 chilometri. “Avrei potuto avere un atteggiamento passivo ma in qualche modo dovevo tirarmi fuori. Sono contento. E ora organizzo io le gare in mare“, ha aggiunto il nuotatore azzurro, di Carpi, reduce dalla mononucleosi che l’ha ‘colpito’ a un mese circa dai Giochi. Ma non ci sono rimpianti o recriminazioni contro la sfortuna: Adesso che sono arrivato a casa cominciano a ‘depositarsi’ le emozioni. In tre settimane provi un mix di sensazioni contrastanti, ora resta che sono contento di me. E’ stata una bella Olimpiade. A me piace gareggiare, in qualsiasi stato di forma”, ha concluso.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio