Nuoto, Mondiali Hangzhou 2018. Nessuna medaglia azzurra, Di Liddo centra la finale nei 100 farfalla

Martina Carraro Settecolli 2018 Martina Carraro - Foto Sportface

C’erano poche speranze di medaglia per gli atleti azzurri nella quinta giornata ai mondiali di nuoto di vasca corta ad Hangzhou, così è stato. Il miglior piazzamento è il quarto posto della staffetta 4×50 mista con Sabbioni, Scozzoli, Orsi e Condorelli nella finale vinta dalla Russia nonostante il nuovo record italiano. Primato italiano anche per Ilaria Cusinato nei 200 misti che neanche a lei è bastato per salire sul podio nella gara vinta dalla solita Katinka Hosszu. Niente da fare anche per Zazzeri e Miressi che terminano con il decimo ed il quattordicesimo tempo complessivo e non si qualificano per la finale dei 100 stile.

Ottimo tempo invece per Elena Di Liddo che riesce a qualificarsi nella gara dei 100 farfalla con il secondo tempo. Settimo tempo per Elena Bianchi che riesce a strappare un posto per la finale di domenica. Delusione anche per Scozzoli e Martinenghi che non riescono a raggiungere la finale nei 50 rana. I loro tempi totali sono il nono e il decimo, quindi beffa doppia perché sono i primi esclusi. Non c’erano grandi aspettative neanche per Martina Carraro che termina quarta migliorando il record italiano nella finale dei 100 rana vinta dalla giamaicana Atkinson. Gara difficile anche quella della staffetta della 4×200 femminile con Panziera, Musso, Pellegrini e Quadarella. Non è bastato il secondo crono generale di Federica per raggiungere il podio, le azzurre terminano seste. La gara è stata vinta dalla Cina davanti alle statunitensi ed all’Australia.