Nuoto, mondiali Hangzhou 2018: due medaglie azzurre, ma manca ancora l’oro

Piero Codia - Foto Sportface.it

Due medaglie per la squadra italiana nella quarta giornata dei mondiali di nuoto di vasca corta di Hangzhou. Si tratta della staffetta della 4×50 stile libero uomini composta da Condorelli, Vergani, Zazzeri e Miressi che termina al terzo posto. La gara la vincono gli Stati Uniti che segnano il record del mondo davanti alla Russia. L’altra medaglia arriva da Orsi nei 100 misti, gara vinta dal russo Kolesnikov. Terzo Fujimori.

Nelle semifinali dei 50 farfalla in vasca c’erano Codia e Rivolta. Purtroppo nessuno dei due è riuscito ad accedere alla finale, nonostante Codia abbia messo a segno il record italiano, è rimasto fuori di appena un centesimo. Male anche Erica Musso che nella finale dei 400 stile arriva ultima. L’australiana Titmus vince la gara stabilendo il record del mondo. Anche Sabbioni aveva poche speranze di medaglia nella finale dei 50 dorso e infatti ha terminato la gara al sesto posto. Gara vinta dal russo Rylov. Per i 100 rana donne in vasca c’erano Castiglioni e Carraro. Male la prima che ha terminato sesta la sua batteria, mentre la seconda è riuscita ad entrare in finale con il sesto tempo stabilendo il nuovo record italiano. L’ultima gara di giornata era la staffetta 4×200 stile maschile con l’Italia che si è piazzata sesta con Megli Ciampi, Proietti Colonna e Zuin. Gabriele Detti ha dato forfait per un problema alla spalla dell’ultimo minuto. La vittoria è andata al Brasile che ha demolito il record del mondo, a nulla è valsa la rimonta nella terza frazione di Sun, la Cina termina al terzo posto dietro gli Stati Uniti.

Tra le altre gare senza italiani da segnalare l’oro dell’olandese Kromowidjodjo nei 50 farfalla e della solita Hosszu nei 100 misti. Morozov ha vinto la finale dei 50 stile davanti a Dressel e Tandy