Nuoto, le campionesse olimpiche Cate e Bronte Campbell in visita nelle Marche

Cate e Bronte Campbell approdano nelle Marche. Martedì 12 novembre inizierà la visita italiana delle due campionesse olimpiche australiane che in giornata visiteranno l’head quarter di Arena, azienda leader internazionale nel waterwear e partener tecnico delle due atlete. All’interno delle azienda le Campbell si confronteranno con il reparto Ricerca e Sviluppo del brand dai tre diamanti per effettuare dei test di prodotto e dare feedback su design e prestazioni. In tarda serata, invece, le sorelle si recheranno nella nuova Piscina Comunale G.Caporicci di Tolentino per una sessione di allenamento e incontreranno il pubblico presente per una breve sessione di fotografie e autografi. Il tour marchigiano continuerà il 13 novembre presso la Piscina Comunale Acquarium di Porto Sant’Elpidio, nell’occasione le due campionesse incontreranno i giovani nuotatori del centro natatorio per autografare cartoline e scattare foto ricordo.

Competere alla fine dell’anno alle tappe della ISL e della World Cup rappresenta per me un buon banco di prova, per capire il mio stato di forma e i tempi a cui puntare” – ha dichiarato Bronte CampbellPoi tornerò in Australia per allenarmi e prepararmi alle Olimpiadi. I Campionati australiani si disputeranno a giugno, dove punterò a qualificarmi nelle mie gare di punta, i 50m e i 100m stile. Tokyo sarà per me la mia terza olimpiade e sarà un onore parteciparvi come membro del Dolphins Swim Team. Sono davvero felice di poter visitare la sede di arena durante la mia presenza in Europa, non capita spesso di avere l’opportunità di entrare nel vivo dell’azienda che realizza prodotti che uso tutti i giorni. È semplicemente fantastico“. E Cate Campbell: “Sono davvero entusiasta di affrontare 6 settimane di gare, tra ISL e World Cup, per partecipare a gare di allenamento veloci. Al termine, ritornerò in Australia per iniziare la prossima fase di preparazione per le Olimpiadi 2020. Il prossimo grande evento a cui parteciperò saranno i Trials Olimpici, che si terranno a giugno, dove spero di qualificarmi per i 50m e i 100m stile libero. Tokyo sarà la mia quarta Olimpiade e sono davvero entusiasta di iniziare i miei preparativi con qualche competizione europea. Sono contenta di partecipare a gare diverse da quelle a cui sono più abituata, molto stimolanti e partecipative“.