World Series Italia 2019, day 2: l’Italia guida il medagliere

Piscina Bella Italia - foto Pietro Rizzato

Anche la seconda giornata delle Para Swimming World Series 2019 va in archivio con numeri importanti. Dopo le finali, svoltesi come di consueto nel pomeriggio, è ancora l’Italia a guidare la classifica con ben 16 medaglie (7 ori, 5 argenti e 4 bronzi), seguita dalla Russia (2 ori e 1 argento) e dalla Gran Bretagna (2 ori).

La piscina del Villaggio Bella Italia ha fatto registrare nuovi entusiasmanti record europei. Salei Raman (Kaz) ha centrato il record asiatico nei 100 metri farfalla. Record europeo per l’Italia nella staffetta S14 con Kevin Casali, Giorgia Marchi, Marina Pettinella e Misha Palazzo (4’ 28” 28), gara nella quale anche le messicane hanno messo a segno il record delle Americhe (4’ 30” 15).

Il numero uno della FINP Roberto Valori: “Che spettacolo le World Series” – Dopo il successo della passata edizione anche quest’anno le cose stanno andando alla grande”, dichiara il presidente della Federazione Italiana Nuoto Paralimpico. “Abbiamo confermato la volontà della Comunità Internazionale Paralimpica di voler partecipare con tanta passione a queste World Series. Ringrazio con il cuore il Comitato Organizzatore Locale, presieduto dal nostro Francesco Bettella, per il grande lavoro svolto affinché il tutto potesse riuscire nel migliore dei modi. La location di Lignano Sabbiadoro è davvero splendida. Tutti gli atleti arrivati al Villaggio Bella Italia per gareggiare hanno l’opportunità di potersi rilassare ed ammirare una delle nostre perle nazionali. Nel 2018, con il sostegno di tutto il Consiglio Federale, ho voluto che venisse creato un Comitato Organizzatore per la gestione a 360° di tutti gli aspetti. Bettella è stato davvero bravo a circondarsi di collaboratori validi e con grande spirito di iniziativa. L’inserimento del vice presidente Oliviero Castiglioni, poi, ha costituito un valore aggiunto per quella che ormai amo definire una grande famiglia. Il ruolo della comunicazione è fondamentale, ci puntiamo molto. Dobbiamo continuare così”.

Pallanuoto Paralimpica – Tra le batterie della mattina e le finali pomeridiane nella piscina del Bella Italia quattordici atleti (sei più il portiere, come da regolamento) si sono sfidati in circa un’ora di esibizione sotto lo sguardo vigile del tecnico Stefania Giuliani (in passato giocatrice di società quali Asd Osimo, Volturno Sporting Club e Rari Nantes Bologna), dimostrando come quelli che ora sono ancora buoni propositi abbiano tutte le carte in regola per trasformarsi presto in qualcosa di concreto. In vasca, fra gli atleti, anche Roberto Pasquini e Gianluca Attanasio. Ancora un emozionante momento di condivisione, con uno sguardo al futuro.

About the Author /

Nato ad Aprilia il 06/08/1988, è laureato in Giurisprudenza. Aspirante magistrato, cresce nel mito di Gianni Clerici e dei radiocronisti di "Tutto il calcio minuto per minuto". E' redattore per Spaziotennis.com; passa la sue giornate fra libri di diritto, tennis e Milan, le sue grandi passioni. E' il classico giocatore di tennis "della domenica".