Volley maschile, Blengini: “Dobbiamo essere ottimisti. Presto torneremo alla normalità”

Gianlorenzo Blengini Gianlorenzo Blengini (Nazionale italiana volley) - Foto profilo ufficiale Facebook Fipav

“Dobbiamo essere ottimisti, positivi, i dati ci stanno confortando. Le nostre abitudini cambiate faranno in modo che il numero di contagi resti il più basso possibile, presto torneremo ad allenarci normalmente e ci riapproprieremo della nostra pallavolo, magari con impianti a capienza ridotta come succede nei cinema e nei teatri”. Gianlorenzo Blengini , ct dell’Italvolley, guarda con fiducia al futuro. Intervenuto ai microfoni di ‘Sabato Sport’ su RadioUno, il tecnico è sicuro che saranno riassorbiti gli effetti negativi a livello economico e che “il campionato italiano rimarrà il più importante del mondo, con i giocatori migliori, ne sono straconvinto”. Blengini ha le idee chiare anche per quanto riguarda la Superlega: “Due, tre, quattro squadre  probabilmente lotteranno per i titoli ma facendo sempre molta attenzione a quelle formazioni meno accreditate, anche quelle che lottano per la salvezza. Lube e Perugia saranno le favorite ma Trento non ha niente da invidiare e la stessa cosa Modena, che sta mettendo su una squadra competitiva, e Piacenza, che darà filo da torcere alle prime”.

Il ct dell’Italvolley ha commentato anche l’addio di Ivan Zaytsev a Modena con destinazione Kemerovo: “Sarebbe voluto rimanere ma non è stato possibile. E’ chiaro che la Superlega perde un giocatore molto rappresentativo ma Ivan va in un campionato, quello russo, che è fra i migliori, di grande qualità e grande fisicità, e giocherà anche la Champions. Sono sicuro che farà una stagione importante”. E sulla crescita dei giovani talenti azzurri per i Giochi Olimpici del 2021, ha sottolineato: “Il tempo che c’è in più a disposizione può essere un vantaggio a patto di sfruttarlo. Ma anche gli over 30 penso che possano arrivare bene: il nostro è uno sport tecnico, di squadra, hanno riposato molto quest’anno e avranno molta più carica e adrenalina per affrontare l’Olimpiade di petto”.