Volley, Europei maschili 2017: la Germania vola in finale ed entra nella storia

Andrea Giani (Nazionale tedesca volley) - Foto profilo ufficiale Facebook Fipav

La prima semifinale agli europei maschili 2017 di volley regala ad Andrea Giani un’altra pagina di storia dello sport. La Germania ottimamente allenata dal coach azzurro, ribalta una partita che sembrava persa e conquista la prima semifinale europea. La Serbia, che è stata sopra di due set ed era la grande favorita, subisce  la rimonta teutonica apparendo troppo sicura della propria superiorità. Il quinto set premia Glozer e compagni col punteggio di 15-13.

LA CRONACA – L’avvio è di marca serba, che rompe l’equilibrio del primo set, imponendosi ai vantaggi col punteggio di 26-24. Sulle ali dell’entusiasmo i ragazzi di Nikola Grbic volano nel secondo parziale, chiuso col distacco abissale di dieci punti. Quando le sorti del match appaiono indelebilmente tracciate, la Germania si ridesta sulle ali dell’orgoglio ferito. Il terzo set diventa la dimostrazione lampante che ci sarà ancora da sudare per la Serbia. La lotta furibonda del quarto parziale è la svolta. Il braccio di ferro premia i teutonici 27-25. Il tie-break che ne segue conserva per i serbi le ruggini delle convinzioni perse. Svuotati da quanto accaduto un set prima, il gioco decisivo vede trionfare i tedeschi.

L’uomo copertina del successo della Germania è ancora una volta György Grozer. Ripescato a sorpresa da Giani, l’opposto l’ha ripagato con un grande europeo. Diciotto punti ne condiscono la memorabile serata. Ottimo anche Zenger in ricezione ed il giovanissimo Kampa, autore di tre ace. Alla Serbia non bastano i cinque muri di Lisinac ed i quattordici punti di Kovacevic. L’impresa la fanno i tedeschi.