Volley, Europei femminili 2021: Olanda e Turchia avanzano in semifinale, Svezia e Polonia battute

Olanda Volley femminile Olanda Volley femminile - Mondiali 2018 - Foto FIVB

Terminano con due vittorie decisamente nette i primi due quarti di finale in programma agli Europei femminili 2021 di volley. Nelle prime due gare in programma a Plovdiv (Bulgaria) in attesa dell’Italia di Mazzanti che sfida la Russia domani a Belgrado, sede anche di semi e finale, arrivano i verdetti sulle prime due semifinaliste e anche sulla possibile avversaria delle azzurre, qualora il nostro dream team riuscisse come ci auguriamo a superare le russe. Ma andiamo con ordine.

Nel pomeriggio è toccato a Svezia e Olanda incrociare il proprio cammino sulla strada delle semifinali. Il primo quarto di finale non ha grande storia e vede le oranje, decisamente favorite prima del via, gestire tranquillamente i set, a eccezione in realtà del primo che va addirittura a oltranza e che si chiude sul 27-25. I successivi due parziali, però, mettono a nudo le difficoltà delle svedesi, che subiscono break dai quali non riescono più a riemergere portando ai punteggi di 25-16 e 25-19 rispettivamente, consegnando così su un piatto d’argento la vittoria alle olandesi che sono tra le principali candidate alla vittoria finale. Ed è proprio da questo scontro che viene fuori la possibile avversaria dell’Italia se le azzurre avanzeranno: ce la vedremmo dunque contro i Paesi Bassi.

In serata vittoria davvero fuori discussione per la Turchia contro la Polonia. Le anatoliche stravincono in tre set col punteggio di 3-0 (25-18, 25-14, 25-23), lasciando solo le briciole alle polacche. Encomiabile però la loro reazione nel terzo set dopo aver giocato malissimo il secondo, prestando il fianco ai punti in serie della Turchia. Polonia dunque estromessa ai quarti.