Volley, Europei 2021: oro ad un’Italia spettacolare, schiantata la bestia nera Serbia

Orro e Chirichella (Italia), Europei 2021 di volley - Foto Cev

Italia spettacolare: schiantata la Serbia a Belgrado ed è oro agli Europei 2021 di volley femminile. Le azzurre ribaltano il pronostico della vigilia e conquistano il titolo continentale in casa della Serbia, con 20.000 tifosi contro. Primo set tiratissimo, con le serbe che la spuntano ai vantaggi con qualche rammarico per via della pestata di Boskovic non fischiata. Poco importa però, perché dal secondo set in poi Sylla e compagne crescono e dilagano, per poi chiudere con un quarto set imbarazzante. La squadra di Terzic si sente sottopressione e si affidano, come sempre, a Boskovic, che però si vede fermare continuamente dal muro azzurro e crolla di rendimento. Gioco meraviglioso che vale un titolo europeo che mancava all’Italia dal lontano 2009.

LA CRONACA DI ITALIA-SERBIA

RIVIVI IL LIVE DELLA PARTITA

PAOLA EGONU PREMIATA MVP

TUTTI I RISULTATI E LE CLASSIFICHE

FORMULA E REGOLAMENTO

Lavoro encomiabile del muro azzurro (ben 13), 8 aces per l’Italia contro uno della Serbia e 22 errori commessi (contro i 21 punti regalati dalle serbe). Grande prestazioni delle centrali: Cristina Chirichella mette a segno 5 punti (2 muri, 4 errori) mentre Anna Danesi ne firma 8 (1 ace, 6 muri, 1 errore). Elena Pietrini non è perfetta come nelle uscite precedenti, ma sono ugualmente preziosi i suoi 13 punti (11 dall’attacco col 43%, 1 ace, 1 muro). La capitana Miriam Sylla ci mette la consueta grinta e porta a casa 20 punti, col 54% di ricezione positiva (15 punti e 54% in attacco, 3 muri, 2 aces). Paola Egonu torna ad essere il punto di riferimento che sbaglia quasi niente nei momenti decisivi: 29 punti, di cui 25 attacchi (53%) e 4 aces.

Buona la prestazione di Alessia Orro, che conduce la squadra fino al secondo set, poi sostituita da un’eccellente Ofelia Malinov. Sempre importantissimo il lavoro del libero azzurro Monica De Gennaro, che dà sempre sicurezza alle giovani compagne tra ricezioni, difese spettacolari e alzate precise. Una prestazione maiuscola dell’Italia che arriva contro la bestia nera, per di più in casa sua. Dopo le sconfitte in finale ai Mondiali 2018, in semifinale agli Europei 2019 e ai quarti di Tokyo 2020, le azzurre sfatano il tabù infliggendo una pesante batosta alla Serbia. E quest’estate 2021 è sempre più italiana.