MotoGP, Rivola sul caso Iannone: “Non ci sono date fissate, Wada ha rallentato tutto”

Andrea Iannone Andrea Iannone - Foto Bruno Silverii

“Noi stiamo aspettando Iannone che si professa innocente, ma non potremo aspettarlo in eterno, abbiamo i nostri progetti sportivi da rispettare. L’intervento della Wada ha rallentato tutto, se perderà questo caso probabilmente dovrà cambiare tutti i protocolli e questo crea problemi. Tutto ciò è imbarazzante, Aprilia è stufa di dover aspettare, faccio fatica a capire cosa c’è dietro”. Lo ha dichiarato l’amministratore delegato di Aprilia Racing Massimo Rivola in merito alle tempistiche per la sentenza legata al caso di doping nel quale è stato coinvolto Andrea Iannone:Il fatto che non ci siano delle date fisse per i successivi step è molto strano. In altri casi di doping è successo tutto più in fretta – ricorda il dirigente di Aprilia a Sky Sport MotoGP l’intervento della Wada sta rallentando la situazione, ma credo che ci sia un limite a tutto”.