MotoGP, Marquez sul rientro in gara nel GP del Portogallo: “Mi sono sentito di nuovo un pilota”

MotoGP Marc Marquez - Foto Box Repsol Marc Marquez - Foto Box Repsol

Sono una persona a cui piace tenere le emozioni dentro ma era impossibile controllarle oggi. È stato un week end diverso per la mia carriera, un passo importante anche per la mia vita. Non era un pianto di dolore, era dovuto a tutto questo tempo passato. Il risultato non era importante, mi sono sentito di nuovo pilota. Ho ancora tanto da lavorare ma sono felice”. Queste le parole di Marc Marquez, settimo nel GP del Portogallo al rientro dopo le tre operazioni al braccio destro. “Ho guidato come piace a me solamente nelle qualificazioni, in gara dopo tre giri sarei stato distrutto – dice a Sky Sport il pilota Honda – il tricipite mi fa ancora male, non posso usare il gomito come mi piace. Il recupero non è finito, pian piano si sta liberando tutto. Devo lavorare in palestra ma mi serve soprattutto andare in moto”.