MotoGP, Iannone: “Squalifica pesante da digerire”

Andrea Iannone Andrea Iannone - Foto Bruno Silverii

La squalifica di quattro anni? Non è il momento di parlarne, ma è una cosa molto pesante da digerire per me. Sono qui a Valencia per ringraziare la grande famiglia della MotoGP e soprattutto per salutare la squadra dell’Aprilia. Ancora non è finita, ma non mi aspettavo questo affetto. Non dimenticherò mai tutto questo, nel bene e nel male“. Lo ha detto Andrea Iannone ai microfoni di Sky Sport dal Gran Premio di Valencia riguardo alla sentenza per doping che gli è stata inflitta. “Se smetto o continuo? Sicuramente per il momento mi sento un pilota – rivela – Potrebbero aprirsi varie strade: ho avuto tante proposte che non ho ancora accettato. La MotoGP però è la mia vita e voglio stare in questo mondo. Ho necessità e bisogno di fare qualcosa, non resterò a casa a non far nulla“, ha chiosato Iannone.