MotoGP, GP Austria 2018. Rossi: “Gara molto difficile per me”

di - 9 agosto 2018
Conferenza Rossi-Marquez

La MotoGP non si ferma, e riparte subito dal Gran Premio d’Austria dopo la gara di Brno vinta da Andrea Dovizioso. Come di consueto si è svolta, alla vigilia delle prime prove libere, la conferenza stampa a cui hanno partecipato Andrea Dovizioso, Marc Marquez, Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Bradley Smith.

Tutte le parole dei piloti

ANDREA DOVIZIOSO“Dopo la vittoria di Brno arrivo qui in Austria con maggior fiducia, qui la nostra moto sulla carta funziona bene. Eppure l’anno scorso non è stato semplice, il passo è stato buono e sono riuscito a lottare con Marquez. Ma quest’anno tutti sono più forti, hanno aumentato la potenza, non sarà facile. Il weekend di Brno è stato importante per noi, abbiamo lavorato duro, sia sulla moto sia sul mio stile. Abbiamo ancora dei piccoli margini di miglioramenti sulla moto. Il distacco da Marquez? Non cambia niente per me, mi sento bene sotto pressione, non è un problema per me, non cambia il mio approccio in settimana. A Brno siamo riusciti a lavorare in modo migliore, speriamo di proseguire su questa strada. Recuperare tanti punti a Marquez è difficile, prima di pensare a questo dobbiamo pensare alla nostra situazione, ma credo ci manchi ancora qualcosa. Se non miglioriamo, sarà molto difficile recuperante tanti punti a Marquez, ma in MotoGP tutto può succedere. Tutti sono al limite su questa pista, ma non sarà un problema. Arrivare davanti a Lorenzo? Io sono concentrato sul campionato, non sull’arrivare davanti al mio compagno di squadra. Non si può capire da una mappa se è sicura la pista in Messico, sarà necessario fare dei test per capire se va bene”.

VALENTINO ROSSI“E’ una pista molto difficile, l’anno scorso è stata una delle gare più difficili per me, non sono mai salito sul podio qui, dobbiamo cercare di fare tutto al massimo, in tutti i piccoli dettagli, sulla carta non è la miglior pista per noi, soffriremo un po’ più del solito. A Brno ho cercato di salire sul podio, ma gli altri sono stati più veloci di me… Lunedì abbiamo lavorato tanto, ma non abbiamo trovato niente di meglio di quello che abbiamo, quindi non cambierà molto per noi. Per me il nostro problema è molto chiaro, ma è parecchio tempo che lo diciamo, non è semplice… E’ importante che la Yamaha lavori, abbiamo bisogno di tempo, ma speriamo di migliorare entro la fine della stagione. Cambiare la moto o la strategia? Se sei bravo riesci a dare il massimo con il tuo assetto, credo di aver lavorato bene con il mio team, abbiamo ottenuto il massimo, quindi non so se sia il caso di provare qualcosa di diverso. Dobbiamo ottenere i risultati continuando a lavorare in questa direzione. Adesso le regole sono queste, prima ci si poteva concentrare di più sull’assetto della moto. La differenza in gara sono le gomme. Con le Michelin bisogna gestire le gomme per arrivare alla fine con più gomma. La nuova carena è molto diversa dall’esterno. Brno non è la pista migliore per usarla perché è molto larga e veloce, ma se utilizzi quella carena devi portarla avanti per tutta la stagione, quindi continuerò con quella che ho usato finora per il resto della stagione”.

MARC MARQUEZ “Arriviamo in Austria con alcuni dubbi, i piloti Ducati sono stati molti veloci a Brno, dobbiamo trovare il modo migliore per restare vicini a loro. Entrambi i piloti Ducati erano molto veloci l’anno scorso qui in Austria, cercheremo di iniziare il weekend nel modo migliore, il nostro obiettivo è il podio, sarà un GP diverso rispetto all’ultima volta perché ho corso qui con la Formula 1, esperienza incredibile, dovrò ripassare i punti di frenata e di ingresso in curva. I tempi del venerdì per me non contano, possiamo limitarci a montare le gomme nelle Libere 3 per fare il tempo utile a qualificarsi per il Q2. Correre in Messico? Ci hanno detto che stanno migliorando la pista, cambieranno parecchie cose, ci saranno delle variazioni. Se l’organizzazione dirà che non è sicura, allora non ci andremo. Sembra sicuramente un circuito particolare, con curve strane, all’interno della città: se dovremo andare, andremo… Però non più di 20 gare in calendario, sono già troppe così”.

JORGE LORENZO “Il mio miglioramento rispetto alle prime gare è stato enorme, in Qatar avrei potuto chiudere al quinti posto ma purtroppo sono caduto. Con l’arrivo dei nuovi pezzi al Mugello sono riuscito a vincere e da quel momento abbiamo visto uno Jorge diverso. E’ stata una bella gara a Brno, sono fiducioso per questa gara. Ogni weekend è diverso, ma questa è una pista positiva per la Ducati, abbiamo ottime possibilità di lottare per la vittoria. Recuperare punti a Marquez? Al momento è impossibile, devono succedere tante cose, ma nella MotoGP può succedere di tutto, ma al momento mi sembra difficile pensare di poter vincere 5 gare di fila”.

BRADLEY SMITH “Faccio gli auguri ai miei compagni di squadra. Dopo la gara di Brno non ho avuto altri problemi, sono pronto per questo weekend, cercherò di essere all’altezza della Ktm. Il mio futuro? Io sto facendo il possibile”.

© riproduzione riservata