MotoGP, Bezzecchi: “Risultati solidi, al titolo di Rookie ci tenevo”

“Il bilancio di questo 2022 è certamente positivo: come squadra, siamo cresciuti e abbiamo fatto un gran step in avanti nel corso della stagione. Abbiamo chiuso nel migliore dei modi, siamo stati davvero competitivi nel finale e abbiamo collezionato risultati molto solidi”. Sfoglia l’album dei ricordi e non nasconde la soddisfazione per la stagione Marco Bezzecchi, Rookie of the Year. Un risultato prestigioso per tutto il Mooney VR46 Racing Team. “Non male per una categoria che ho sognato da quando ero bambino e che ero abituato a vedere alla tv – sottolinea il 24enne pilota romagnolo – Il titolo di Rookie of the Year era un target dall’inizio, ma senza troppa pressione. Ci tenevo perché era la mia ultima possibilità di centrare questo riconoscimento dopo che lo avevo mancato in Moto3 e Moto2. Era la mia ultima chance”.

Poi aggiunge: “La prima volta in sella alla Ducati è stato incredibile – prosegue Bezzecchi – Un feeling fantastico, velocità e accelerazione sono un dato di fatto. Mi ha colpito molto anche la frenata, non te l’aspetti”. Per Bezzecchi, il 2022 della MotoGp è stato “senza precedenti: il livello del pacchetto moto più pilota è altissimo. Tutte le moto sono praticamente factory – conclude – le differenze tra ufficiali e independent sono minime, tutti possono essere competitivi. La miglior griglia di sempre”.

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio