Casco moto integrale: i modelli più tecnologici in commercio

MotoGP GP Italia Mugello Andrea Dovizioso Andrea Dovizioso - Foto Antonio Fraioli

Il casco è un accessorio essenziale per chi vuole circolare in moto. A parte il fatto che nel nostro Paese vige l’obbligo di indossarlo, si tratta di uno dei componenti fondamentali dell’abbigliamento tecnico volto alla sicurezza di chi circola in moto. La scelta di un casco per moto integrale va fatta con accuratezza, per avere a disposizione un accessorio sicuro e pratico da indossare, ma anche per poter approfittare delle migliori tecnologie oggi sfruttate in questo settore.

Perché e come la tecnologia entra nei caschi per moto

Sono diversi i ritrovati tecnologici che oggi le migliori marche sfruttano nella produzione dei caschi integrali, ma anche per quelli jet o di altro genere. Questo perché il casco deve essere sicuro, proteggere la testa dagli urti accidentali, ma non solo. Perché si possa indossare sempre e senza indugi un casco moto integrale dovrà essere anche leggero, comodo, facile da pulire, con parti interne che non si sporchino facilmente o che si possano estrare e sostituire in caso di necessità. Tutti questi elementi, nel corso dei decenni, sono stati affrontati utilizzando di volta in volta i materiali disponibili. Oggi la tecnologia è ormai entrata in modo prepotente nell’ambito della progettazione e della costruzione dei caschi da moto, ma anche per quanto riguarda tutto l’abbigliamento protettivo che si può indossare quando si circola sulle due ruote.

Leggeri e comodi

Indossare un casco per moto integrale per un’oretta non dà alcun fastidio, soprattutto se si circola in città ad una bassa velocità. Altro è il discorso nel momento in cui si decide di affrontare un lungo viaggio in autostrada. La testa viene sollecitata dal vento, non solo frontale, in modo intenso e spesso per lunghi periodi di tempo. In questi casi avere a disposizione un casco integrale comodo e molto leggero permette di non sovraccaricare in modo eccessivo la muscolatura del collo e di non sentirsi costretti in un ambito eccessivamente claustrofobico. I migliori caschi per moto che utilizzano le nuove tecnologie non solo mantengono la massima protezione con un peso minimo, ma sono progettati in modo da garantire costantemente il massimo livello di ventilazione interno, cosa che consente di indossare questo accessorio sempre, anche in estate o per lunghi periodi di tempo, senza sentirsi eccessivamente costretti e infastiditi dal casco stesso.

Integrali ma modulari

Chi utilizza con grande frequenza la moto e anche per lunghi viaggi tende spesso a prediligere quelli che vengono definiti caschi modulari. Sono dei caschi per moto integrali, quindi che coprono l’intera testa, ma che hanno delle parti semovibili. Ad esempio nella maggior parte dei modelli la mentoniera si può sollevare, rendendo più facile l’accesso all’interno della protezione e arieggiando maggiormente il volto. In pratica sono dei caschi jet con una chiusura supplementare, che garantisce la massima sicurezza durante la marcia. Solitamente l’apertura della mentoniera si sfrutta quando ci si ferma, fosse anche solo per un rifornimento. Basta un elemento così semplice a modificare completamente l’utilizzo che si fa del casco, rendendolo più comodo nell’uso quotidiano.