Coppa Valerio/Galea: a Todi le stelle del tennis giovanile europeo

Francesco Passaro Francesco Passaro

Si apre mercoledì 31 luglio il sipario della storica Coppa Valerio/Galea, la più importante competizione tennistica europea under 18 a squadre. Classificabile come una “Davis Cup giovanile”, la Coppa Valerio incorona la migliore squadra under 18 europea e si disputa, ad anni alterni, in Francia e in Italia, nello specifico a Todi. Inaugurata nel 1970, la manifestazione vide nella sua prima edizione l’Italia del giovane Corrado Barazzutti arrivare al terzo posto. L’anno seguente le sponde del Lago Maggiore videro alzare la Coppa dalla nostra compagine presso Lesa, che rimase poi sede di altre 22 finali. Negli anni la Coppa Valerio è stata il palcoscenico degli esordi internazionali di giocatori del calibro di Lendl, Gunthard, Noah, Mansdorf, Tulasne e di italiani come Ocleppo, Rinaldini, Cancellotti e Camporese.

Anche quest’anno il Tennis Club Todi 1971 si conferma circolo ospitante dell’evento, dietro la direzione organizzativa di MEF tennis events. Lo storico circolo, sito in località Ponte Naia, ha accolto dal 2007 undici edizioni dell’ATP Challenger in cui si sono dati battaglia giocatori come Gaston Gaudio, Thomas Muster, Grigor Dimitrov, David Goffin, Kevin Anderson, Albert Ramos-Vinolas, Federico Delbonis, Filippo Volandri, Marcel Granollers, Paolo Lorenzi, Simone Bolelli e tantissimi altri campioni del tennis mondiale, oltre a cinque ITF femminili, i Campionati Italiani Under 14 e Under 16, dieci Stage estivi del Capitano di Coppa Davis e Fed Cup Corrado Barazzutti e, da due anni, la prestigiosa Coppa Valerio.

In totale, dal 2007 ad oggi, sono stati distribuiti oltre $600.000,00 di montepremi, prenotate più di 8.000 camere in tutte le strutture ricettive della città tuderte solamente per atleti, coach e partecipanti ai vari stage e campionati, escludendo i numerosi appassionati provenienti da tutta Italia ed i genitori dei partecipanti agli Stage di Barazzutti. Grazie a queste numerose manifestazioni nazionali ed internazionali, che tanto hanno contribuito alla promozione del territorio tuderte, i siti www.internazionaliumbria.com e www.tenniosclubtodi1971.it hanno ottenuto oltre 20.000.000 di visualizzazioni.

Dal 31 luglio al 2 agosto dunque, sei squadre, fra le quali la nazionale italiana, si sfideranno nei turni di qualificazione per accedere alle fasi finali in Francia. Le squadre del girone sono Italia, Croazia, Polonia, Germania, Grecia e Ungheria. Gli schieramenti vedono per la nazionale azzurra il perugino Francesco Passaro, reduce da Wimbledon Junior e Roland Garros Junior, il sanremese Matteo Arnaldi, numero 45 del mondo under 18 e quarto italiano dietro Lorenzo Musetti, Flavio Cobolli e Giulio Zeppieri, il torinese Filippo Moroni, alla sua seconda partecipazione, ed il capitano Mose Navarra, Davis man ed ex numero 119 al mondo. Per la Croazia Admir Kalender, Roko Horvat, Borna Devald ed il capitano Nikola Zgaljic; per la Polonia Lorens Nikolay, Szymon Kielan, Piotr Pawlak ed il capitano Michael Kolarnyk; per la Germania Milan Welte, Nino Ehrenschneider, Christopher Frantzen ed il capitano Michael Kohlmann; per la Grecia Dimosthenis Taramonlis, Alexandros Roumpis, Christos Nikoloulis ed il capitano Stavros Roumpis; per l’Ungheria Peter Makk, Peter Fajta, Zsombor Velcz ed il capitano Miklos Palagyi.

Gli incontri si disputeranno da mercoledì 31 luglio a venerdì 2 agosto a partire dalle ore 9:00 fino alle 18:00 circa. L’appuntamento è quindi a Todi, con l’auspicio che la terra umbra porterà gli azzurri alla fase finale. Tutti gli aggiornamenti del torneo, gli ordini di gioco e le foto sulla pagina Facebook @MEF tennis events e @Tennis Club Todi 1971.

About the Author /

Giornalista pubblicista romano classe ‘95, è laureato in Scienze della Comunicazione e sviluppa in campo e alla tastiera le sue passioni per tennis e calcio più o meno da quando è nato. Profondo estimatore di David Ferrer, del sushi e di Cesare Cremonini, riassume le proprie intuizioni (si fa per dire) su Twitter e consuma le restanti energie svolgendo il ruolo di caporedattore di OkCalciomercato.it. “Ma qualcuno deve pur farlo…”