Challenger Parma 2019, Zeppieri parte bene. Lorenzi: “Molto felice di tornare qui”

Paolo Lorenzi - Foto Marta Magni Paolo Lorenzi - Foto Marta Magni

Agli archivi la prima giornata degli Internazionali di Tennis Emilia Romagna | GoldBet Tennis Cup. Uno splendido sole ha fatto da cornice agli spettacolari incontri andati in scena sui campi in terra rossa del Tennis Club President di Parma, nel secondo ATP Challenger della stagione targato MEF Tennis Events.

La gioia di Lorenzi – Pronto all’esordio nel torneo Paolo Lorenzi, seconda testa di serie del tabellone: “Sono molto felice di essere qui, non venivo a Parma da diversi anni – ha affermato il numero 96 del mondo durante l’evento dedicato a bambini e appassionati al Centro Commerciale Euro Torri –. MEF Tennis Events è garanzia di un’ottima organizzazione. Il momento positivo dei tennisti italiani? È bellissimo che tanti azzurri, di cui molti giovani, stiano facendo bene in questo periodo: il futuro del nostro tennis sarà ricco di successi”.

L’esordio di Zeppieri – “Paolino” se la vedrà con Giulio Zeppieri, che ha approfittato del ritiro dopo un set di Enrico Dalla Valle: “È stato un match davvero strano – le parole del laziale classe 2001 –. All’inizio respiravo male e sentivo dolore alla schiena, per questo ho chiamato il fisioterapista in campo. Poi mi sono ripreso e ho vinto il primo set. A quel punto Enrico è andato in bagno e si è sentito male: mi dispiace, lo conosco bene, è sempre brutto vedere qualcuno così. La sfida contro Lorenzi? Paolo è un giocatore esperto che in carriera ha ottenuto grandissimi risultati. Partirò sfavorito ma proverò a dire la mia: sono sicuro di poter fare una buona prestazione”.

Avanti gli azzurri – Buona la prima anche per Raul Brancaccio, giustiziere di Fabrizio Ornago con il punteggio di 6-4 6-3: vittoria importante per il napoletano che si allena all’accademia di David Ferrer, in controllo del match dall’inizio alla fine nonostante una performance non impeccabile. Supera le qualificazioni Francesco Forti, privo di problemi nel derby contro Francesco Vilardo concluso per 6-3 6-2: il diciannovenne di Cesena è stato autore di una fantastica partita in cui ha messo in mostra tutto il suo repertorio, fatto di accelerazioni e colpi vincenti che hanno reso impossibile la reazione dell’avversario. Forti va a caccia di conferme a livello Challenger, dopo l’exploit di Vicenza in cui ha eliminato Gianluigi Quinzi, Viktor Galovic e proprio Paolo Lorenzi prima di cedere ai quarti di finale a Gianluca Mager. Accede al tabellone principale del torneo anche Marco Bortolotti (6-2 6-0 a Sem Verbeek), mentre Alessandro Bega estromette dal main draw Gonzalo Escobar, sconfitto con il punteggio di 6-4 6-3. Avanti, infine, l’argentino Andrea Collarini, lo svizzero Sandro Ehrat, l’australiano Jacob Grills, il bulgaro Dimitar Kuzmanov e l’uruguaiano Martin Cuevas.

 

I RISULTATI DI LUNEDÌ 17 GIUGNO

Tabellone principale

Andrea Collarini d. Carlos Boluda-Purkiss 6-3 6-0

Raul Brancaccio d. Fabrizio Ornago 6-4 6-3

Sandro Ehrat d. Johannes Haerteis 6-2 2-1 ret.

Jacob Grills d. Christopher Heyman 7-6 6-1

Alessandro Bega d. Gonzalo Escobar 6-4 6-3

Dimitar Kuzmanov d. Alen Avidzba 6-4 4-6 6-2

Martin Cuevas d. Jan Satral 6-3 7-6

Giulio Zeppieri d. Enrico Dalla Valle 6-4 ret.

Qualificazioni

Francesco Forti d. Francesco Vilardo 6-3 6-2

Marco Bortolotti d. Sem Verbeek 6-2 6-0