LIVE – Ciclismo, Milano-Torino 2020: tutti gli aggiornamenti (DIRETTA)

Milano-Torino 2019, foto Twitter

La diretta scritta della Milano-Torino 2020, in programma oggi mercoledì 5 agosto. Da Mesero a Stupinigi, 198 chilometri per un percorso innovativo nel quale i velocisti dovrebbero essere protagonisti a pochi giorni dalla Milano-Sanremo. Tanti i nomi di spicco al via, da Peter Sagan a Vincenzo Nibali e Mathieu Van der Poel, ma per la vittoria finale occhio a Caleb Ewan, Fernando Gaviria e Sam Bennett. Partenza alle 13:55, con Sportface.it che vi racconterà la corsa in tempo reale fin dal chilometro zero.

Segui il LIVE a partire dalle 13:55

ORARI, DIRETTA TV E STREAMING

PERCORSO E ALTIMETRIA

I FAVORITI DELLA VIGILIA


AGGIORNA LA DIRETTA

Milano-Torino 2020, ordine di arrivo: Arnaud Demare vince allo sprint

18.13 – Sprint fantastico del francese, che negli ultimi 150 metri brucia Ewan, Van Aert e Peter Sagan. Manuel Belletti è ottavo ed è l’unico italiano in top-10!

18.12 – ARNAUD DEMARE VINCE LA MILANO-TORINO 2020! Che sprint del francese! 

18.11 – Ultimi chilometri, in testa gli FDJ per Demare!

18.09 – Ultimi 2 km, in testa Gatto e Oss per Sagan, grande lotta per prendere le ruote migliori in vista dello sprint che si preannuncia davvero a velocità folli

18.08 – Difficile formare un treno, buona posizione per Sagan che ha qualche compagno al suo fianco. 3500 metri alla conclusione, messo bene anche Demare

18.05 – Ad avere la peggio un uomo Ineos e uno Deceuninck, Bennett dovrà fare a meno di Morkov in questo finale molto nervoso. Gruppo ovviamente frazionato, situazione molto confusa

18.04 – Caduta in gruppo nelle prime posizioni! A terra anche Morkov, ultimo uomo di Bennett

18.03 – Gran bagarre in testa al gruppo, velocità altissima e Boaro ha ormai 10″

17.59 – Boaro lascia anche Rivi e se ne va da solo, meno di 30″ a 11 km dall’arrivo

17.54 – Allungo di Rivi e Boaro, sono loro due gli ultimi fuggitivi ad arrendersi

17.53 – Situazione che non cambia da diversi chilometri, Nibali porta avanti il “treno” Trek per Matteo Moschetti. Iniziano le grandi manovre, meno di 40″ per la fuga a 16 km dal traguardo

17.48 – Venti chilometri alla fine e scende sotto il minuto il vantaggio della fuga: 58″

17.42 – Tengono duro i cinque di testa: 1’10” a 25 km da Stupinigi

17.37 – Tra poco inizieranno le prime manovre per prendersi le posizioni in testa al gruppo. 30 km all’arrivo, 1’08” di vantaggio per Boaro, Villella, Tonelli, Rivi e Van Hoecke

17.30 – Arriva a 1’30” il ritardo del gruppo a 35 km dalla conclusione. Andrea Garosio è il primo fuggitivo ad alzare bandiera bianca: il corridore della Vini Zabù-KTM a rialzarsi e a breve verrà riassorbito. Restano quindi in cinque al comando

17.24 – In evidenza in testa al gruppo Garrison (Deceuninck Quick Step) e Muhlberger (Bora Hansgrohe)

17.19 – Gruppo lanciato quando mancano 44 km all’arrivo, ritardo di 1’51”

17.11 – Iniziano gli ultimi 50 km, ritardo del gruppo a 2’20” e fuga che sembra segnata come previsto

17.03 – In testa al gruppo si alternano un corridore di ogni squadra attesa: la UAE di Gaviria, la Deceuninck di Bennett, la Lotto Soudal di Bennett, Arkea-Samsic di Bouhanni e la Bora di Peter Sagan

16.57 – Poco più di 60 km alla conclusione, riparte il recupero del gruppo: 2’51”

16.54 – Dopo tre ore di corsa la media oraria rimane molto sostenuta: 44,7 km/h

16.50 – Ancora 68 km e 3’13” per i fuggitivi

16.44 – Il gruppo attraversa Asti in questi istanti, poco più di 70 km al traguardo di Stupinigi

16.33 – Mancano 80 km all’arrivo, ancora tre minuti e mezzo il ritardo del gruppo dai fuggitivi

16.31 – Tra i sei in fuga il corridore probabilmente più conosciuto al pubblico è Davide Villella: il classe 1991 è al primo anno con la Movistar e nel suo palmares vanta anche un quinto posto al Giro di Lombardia 2016 e la maglia di miglior scalatore della Vuelta 2017

16.22 – Torna a 3’30” il vantaggio di Boaro, Garosio, Villella, Tonelli, Rivi e Van Hoecke. Probabile che adesso il gruppo cerchi di tenere “a bagnomaria” gli attaccanti di giornata

16.14 – Continua il recupero del gruppo, che all’uscita dal rifornimento segue a 3’16” i sei battistrada

16.05 – Mancano 100 chilometri all’arrivo, fuga a 3’30”: la corsa attraversa adesso la zona di rifornimento, mentre ormai è alle spalle la zona leggermente più mossa del percorso. I corridori tra poco si lasceranno alle spalle il Monferrato entrando nella provincia di Asti.

15.56 – Percorsi 90 chilometri, dopo due ore la media della corsa è di 44,8 km/h. In testa al gruppo anche qualche uomo della Deceuninck Quick Step che oggi ha in Sam Bennett la sua punta di diamante

15.50 – Gruppo che sta recuperando più in fretta di quanto ci si potesse aspettare, la fuga è segnalata con un vantaggio di 3’20”

15.45 – Da segnalare in questi chilometri la presenza di Vincenzo Nibali a tirare in testa al gruppo: il siciliano della Trek-Segafredo oggi in versione “gregario” d’eccezione per il giovane velocista Matteo Moschetti. Lo Squalo mette nelle gambe chilometri preziosi in vista della Milano-Sanremo di sabato

15.30 – Dopo oltre 70 km di corsa inizia l’attraversamento della zona del Monferrato, dove ci sono gli unici piccoli “strappetti” del percorso. Fuga a circa 4’30”, il gruppo ha cambiato passo per non farsi sorprendere in alcun modo

15.20 – Come prevedibile il gruppo tiene sotto controllo la situazione, scende sotto i sei minuti il vantaggio di Andrea Garosio (Vini Zabù-KTM), Manuele Boaro (Astana), Davide Villella (Movistar), Gijs Van Hoecke (CCC), Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF-Faizanè) e Samuele Rivi (Nazionale italiana)

15.05 – I principali favoriti sul traguardo di Stupinigi non sono italiani, ma ci sono alcuni sprinter azzurri che proveranno a gettarsi nella mischia:  Jakub Mareczko (CCC), Davide Cimolai (Israel Start-Up Nation), Matteo Moschetti (Trek-Segafredo) e Manuel Belletti (Androni-Sidermec) potrebbero giocarsi le loro carte, da capire se Sacha Modolo avrà carta bianca o dovrà mettersi al servizio di Mathieu Van der Poel (Alpecin-Fenix)

14.55 – Situazione stabile, circa sette minuti di vantaggio per la fuga dopo circa 45 km di gara. Prima ora di corsa alla media di 46,9 km/h

14.45 – Andatura blanda in gruppo, dove comunque in testa ci sono alcuni uomini della Lotto Soudal. Un buon segnale per l’australiano Caleb Ewan, una delle ruote più veloci in gruppo oggi

14.35 – Tutto secondo i piani: siamo già a 6’30” per i fuggitivi sul gruppo, che deve ancora organizzarsi. Ricordiamo che tra i favoriti del giorno spiccano i nomi di Gaviria, Bennett, Ewan e Sagan. L’ANALISI DEI FAVORITI

14.25 – Ufficialmente partita la fuga di giornata, che sulla carta dovrebbe avere pochissime chances: ad ogni modo già 2’30” per i sei battistrada, il gruppo come sempre lascia fare in queste prime fasi ed è probabile che il vantaggio vada aumentando molto velocemente

14.18 – Percorsi i primi 20 km a ritmo molto sostenuto, ci sono sei corridori che stanno provando ad avvantaggiarsi: Andrea Garosio (Vini Zabù-KTM), Manuele Boaro (Astana), Davide Villella (Movistar), Gijs Van Hoecke (CCC), Alessandro Tonelli (Bardiani-CSF-Faizanè) e Samuele Rivi (Nazionale italiana)

14.05 – Si susseguono gli scatti, lo schema tattico sembra chiaro: le squadre dei velocisti avranno il compito di tenere sotto controllo la fuga che andrà formandosi nei prossimi chilometri

13.57 – Via ufficiale! Partita la corsa, vedremo se partirà subito la fuga di giornata

13.50 – Buon pomeriggio ai lettori di Sportface.it, tutto pronto per la partenza della Milano-Torino 2020! In corso il trasferimento, tra poco il chilometro zero