LIVE – Inter-Sampdoria, Conte in conferenza stampa (DIRETTA)

Inter, Antonio Conte FOTO ANTONIO FRAIOLI

L’Inter di Antonio Conte, reduce dai festeggiamenti per il diciannovesimo scudetto, vogliono proseguire il loro impeccabile cammino vincendo anche contro la Sampdoria nel match valevole per la trentacinquesima giornata del campionato di Serie A 2020/2021, che andrà in scena sabato 8 maggio. Nella giornata odierna di venerdì 7 maggio il tecnico nerazzurro parlerà nella classica conferenza stampa di vigilia. Sportface.it seguirà il tutto in diretta attraverso degli aggiornamenti in tempo reale.

COME SEGUIRE LA CONFERENZA STAMPA

AGGIORNA LA DIRETTA
____________________________________________________________________________

Ultima domanda, ad Antonio Pintus: come è cambiato l’allenamento del preparatore atletico nel tempo? 

“Lavoro evoluto negli anni, ma non bisogna cambiare tante cose. Non è giusto dire che tutto ciò che si faceva trenta anni fa sia sbagliato. La cosa che è cambiata è la specializzazione: Coratti forza, Bruno valorizzazione dei giocatori. Tutto è importante.”  

Domanda a Stellini sulla differenza tra fare il vice ed essere il capo allenatore alcune volte. Poi Conte sulla preparazione alla partita. 

“Lavoro diverso, devi farti capire, grande pressione. Dovevo approcciarmi bene, far capire a tutti cosa si cerca. Comunque per me, grazie anche il lavoro di Gianluca, è sempre stato importante l’aiuto di Conte, grazie davvero a tutto lo staff anche durante l’intervallo. In quei momenti ho rappresentato solamente tutto il lavoro che noi facciamo”.

Gianluca Conte: “La preparazione della partita è un tassello molto importante. Tutti ci danno una grande mano, grazie anche ai ragazzi del match analyst, fondamentali, fanno un grande lavoro, tante ore davanti al computer. Noi studiamo l’avversario su tutto, fase di possesso, non possesso, punti deboli e di forza, fondamenti dell’avversario, tutto, per poi dare un’analisi al mister che può modificare determinati assetti. Troviamo la giusta soluzione, con Antonio grande feeling tattico. Il Mister dà il suo assenso alla preparazione con le sue scelte e le sue idee”.  

Domanda sulla crescita di Eriksen, risponde Christian Stellini. 

“Il percorso che ha fatto Christian è il percorso che hanno fatto tantissimi calciatori forti come Eriksen che arrivano da altri campionati, che devono imparare alcuni aspetti del gioco del calcio italiano, necessitano in modo naturale di tempo. Noi non abbiamo mai avuto dubbi, lo abbiamo sempre supportato. Sapevamo che prima o poi sbocciava, abbiamo aspettato e Chris ha dato un contributo importante e decisivo, adesso deve continuare e non si deve fermare.”  

Domanda ad Antonio Pintus su Lukaku, le differenze con Ronaldo. Poi domanda a Gianluca sul conte in tribuna durante Fiorentina-Inter

Pintus: “Lukaku ha una potenza impressionante, sembra un giocatore di football americano! Migliorato molto sulla resistenza allo sforzo, è un’atleta completo. Anche tutti gli altri sono migliorati molto sotto questo punto di vista dello sforzo”. 

Gianluca Conte: “Antonio è meglio che sta a bordocampo, si fa sentire meglio così (ride)”.

Stellini, come nasce questa vittoria e cosa vuol dire questa vittoria per te che sei tifoso dell’Inter? Hai aiutato Antonio in questo percorso? 

“Il Mister sapeva benissimo che io sono un tifoso interista da quando sono nato, e quindi inizialmente questa emozione gliel’ho mostrata subito, sono nato in queste zone e sprizzavo gioia da tutti i pori. La mia preoccupazione iniziale ed il mio lavoro non solo è stato quello di aiutare Antonio ad inserirsi all’Inter, ma anche far capire all’Inter chi sia Antonio Conte. La società aveva bisogno di un allenatore vincente. Dopo le cose sono andate in modo fluido e costante, non c’è stato un momento specifico ma è stato come vedere un obiettivo lontano che provi a raggiungerlo piano piano. Lui trascina tutte le persone attorno a sè per vedere tutti insieme quell’obiettivo ed arrivare tutti insieme alla vittoria dello Scudetto“.

Domanda a Frastelli, collaboratore che inizialmente doveva lavorare per le giovanili. 

“Esperienza grandissima avere a che fare con portieri di questo livello, da Formula 1, e questi collaboratori. Si va a lavorare sul particolare. Ho avuto la fortuna di poterlo vedere e allenare tutto ciò, ringrazio Adriano per la fiducia nella preparazione dei ragazzi, non me lo aspettavo davvero”    

Domanda a Stefano Bruno, collaboratore storico di Conte: come è cambiato il mister?  

“Sicuramente non è lo stesso mister di Bari, è cambiato molto. Ha sempre cercato la strada giusta per il successo. La prevenzione del lavoro? Nel nostro lavoro è fondamentale”   

Domanda del Corriere dello Sport a Bonaiuti (preparatore dei portieri) storico collaboratore dell’Inter sulle sensazioni di vincere.

“Non è stato semplice, ci siamo sempre applicati ma i risultati non arrivavano, siamo felici. Samir Handanovic fantastico!”

Risponde Vanoli alla Gazzetta dello Sport sulla fase difensiva, di cui lui ne è principale curatore.

“Un grande lavoro, io mi occupo di questo ma il grande merito è dell’allenatore! Paragone con la BBC? Non ci interessa, pensiamo alla nostra crescita”.

Domanda a Gianluca Conte sul famoso siparietto della telefonata in Fiorentina-Inter.

“Sfido chiunque ad essere al fianco di Antonio in un momento del genere. Era una partita importante! Lavorare con lui da 11 anni è una grande soddisfazione”.

Da dove parte il vostro successo?

Risponde Pintus, collaboratore di Conte: “Ci lavoriamo da due anni, anche nel lockdown stesso tramite video ci siamo applicati molto. Tutto il lavoro da parte di tutti è stato determinante, siamo stati eccezionali sotto ogni aspetto”. Poi, continua Coratti: “Non c’è stato un momento particolare da dove nasce il nostro successo, è un lavoro giornaliero e continuo la base della nostra vittoria”.

Le emozioni dello Scudetto?

A turno hanno risposto tutti i componenti dello staff di Conte, in particolare anche il fratello del tecnico, Gianluca: ” Una grande emozione, non ci si abitua mai. Dietro ogni vittoria, c’è sempre un grande lavoro. Io penso che questa vittoria è dedicata ai tifosi, alla società ma soprattutto ai nostri calciatori che si sono applicati molto”.

14.05– Inizia la conferenza stampa con una sorpresa: non parlerà Antonio Conte ma tutto lo staff del tecnico leccese.

Ore 13.45– Buongiorno e benvenuti su Sportface.it, a breve avrà inizio la conferenza stampa di Antonio Conte che presenta Inter- Sampdoria di domani.