LIVE – Inter-Parma, Conte in conferenza stampa (DIRETTA)

Antonio Conte - Foto di Clément Bucco-Lechat - CC BY-SA 3.0

Tutto pronto per la conferenza stampa di Antonio Conte alla vigilia di Inter-Parma, anticipo della sesta giornata di Serie A 2020/2021. Dopo lo 0-0 contro lo Shakhtar Donetsk in Champions League, Lukaku e compagni si rituffano sul campionato. Quali saranno le dichiarazioni del tecnico nerazzurro? Scopriamolo insieme con una diretta testuale a partire dall’inizio dell’evento in programma alle 14:00.

AGGIORNA LA DIRETTA


14.16 – Termina qui la conferenza stampa di Antonio Conte

14.13 – “Perisic? Con me ha già giocato da punta nel precampionato dello scorso anno facendo bene. È un calciatore che ha queste caratteristiche, con la Croazia è stato schierato da attaccante. Sicuramente lui può essere un’alternativa importante nel duo d’attacco. Sapete che noi abbiamo scelto questo tipo di strada e quindi cercheremo di continuare, così come c’è affidabilità nei confronti di Pinamonti. È un ragazzo giovane che deve crescere e che deve mangiare pane duro ma anche Andrea deve rappresentare un’alternativa visto che lo stesso Lukaku e Sanchez non sono presenti, Lautaro invece gioca sempre. Bisognerà fare delle attente valutazioni sotto tutti i punti di vista. Gervinho? È un ottimo giocatore, ha fatto cose buonissime in Italia, ho grandissimo rispetto nei confronti del Parma ma soprattutto nei miei calciatori. Sono contento dei calciatori che ho, non sto pensando né a gennaio né a febbraio, penso solamente alla partita col Parma per conquistare i tre punti”

14.12 – “Se sono soddisfatto di Brozovic? Io sono doppiamente soddisfatto di tutti i miei giocatori perché non abbiamo alternative e anche quando vedevo che c’era un po’ di stanchezza in allenamento ho chiesto dei supplementi, non posso che essere soddisfatto. Per quello che riguarda Brozo penso che lui abbia fatto le due ultime partite in maniera importante. Lui sa che ha margine di miglioramento sotto alcuni aspetti e può migliorare, sono contento di Brozo così come di tutti gli altri giocatori. Tutti si stanno allenando bene, c’è grande disponibilità anche nella fatica”

14.10 – “Tanti torti arbitrali in queste prime uscite stagionali? Perché non ci lamentiamo? È giusto fare delle valutazioni nelle sedi opportune ed è giusto che il club si esponga, non è giusto che sia sempre l’allenatore a farlo. Ma noi pensiamo solo ad essere concentrati sul campo, al resto ci pensa la dirigenza e il club eventualmente a far notare se ci sono stati degli episodi negativi contro”

14.07 – “Vidal? Io penso che Arturo sia un giocatore che ha raggiunto una maturazione importante, ha avuto grandissime esperienze e da quando l’ho avuto io lui era molto più offensivo, più interno, attaccava tanto gli spazi e l’area. Ora ho trovato un giocatore molto più maturo e molto più responsabilizzato. Posso fare affidamento e posso chiedergli di tutto. Noi abbiamo tanti centrocampisti con maggiori caratteristiche offensive che difensive, questo mi porta a chiedere ad Arturo di occupare una posizione più strategica in mezzo al campo. Sono contento che sia arrivato, ci ha portato tanta esperienza e cattiveria. Anche lui ha dovuto giocare sempre e ho avuto un po’ di timore perché veniva da un periodo inattività col Barcellona. Se c’è la possibilità di dargli respiro lo devo fare perché poi rischiamo di arrivare tirati”

14.05 – “Con lo staff siamo stati molto bravi a gestire questa situazione di emergenza di inabilità cercando di mantenere i calciatori allenati anche a casa. Rischiare Young poteva essere un punto interrogativo ma al tempo stesso sapevamo che era allenato e che Perisic, dopo aver giocato tutte le partite, aveva bisogno di riposare. Devi fare di necessità virtù. Gagliardini? Sta bene, abbiamo controllato i suoi parametri alla Pinetina ed è un giocatore a tutti gli effetti disponibile. Sono contento di riaverlo perché il centrocampo è stato un reparto molto colpito in questo periodo di ripresa dopo la Nazionale”

14.03 – “Sanchez? Anche lui non è pronto, bisogna aspettare che i dottori diano l’ok e che il giocatore dia l’ok. A volte la troppa smania di voler giocare fa sbagliare anche il calciatore. Bisogna avere pazienza e cercare di fare esperienza su cose che accadono. I calciatori si devono assumere grande responsabilità, voglio che i calciatori si assumano responsabilità e che siano consapevoli delle loro situazioni, a volte forzare può portare a esiti negativi. Tutto serve per migliorare e per maturare, soprattutto per i calciatori e non tanto per me o per lo staff medico”

14.01 – “Lukaku? Ha avuto questo problemino muscolare durante la partita contro lo Shakhtar, proprio quando è andato a calciare la punizione. Ha un affaticamento ed è giusto recuperarlo nel migliore dei modi, sapete benissimo che Romelu è un giocatore importante per noi così come gli altri, soprattutto in un momento in cui c’è l’assenza di Sanchez. Stiamo monitorando la situazione, stiamo cercando di agire per il meglio del calciatore e dell’Inter. Dispiace, sicuramente, anche perché in questo periodo ne avremmo avuto davvero bisogno. Stiamo recuperando alcuni giocatori dal virus ma in generale ho grande fiducia nei calciatori che ho a disposizione, possiamo fare bene”

13.58 – Gentili lettori buon pomeriggio e benvenuti alla diretta testuale della conferenza di Antonio Conte alla vigilia di Inter-Parma. Intorno alle ore 14:00 il tecnico nerazzurro si presenterà in sala stampa

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio