LIVE – Atalanta-Roma, Fonseca in conferenza stampa (DIRETTA)

Paulo Fonseca - Foto Antonio Fraioli

Alle 13:30 di venerdì 14 febbraio Paulo Fonseca terrà la conferenza stampa alla vigilia di Atalanta-Roma, scontro diretto per la Champions League in programma alle 20:45 di sabato. Quali saranno le dichiarazioni dell’allenatore giallorosso? Scopriamolo insieme con una diretta testuale a partire dall’inizio della conferenza stampa.

AGGIORNA LA DIRETTA


13.49 – Fine della conferenza stampa

13.48 – “Diawara? Migliora giorno dopo giorno, sta lavorando bene, la prossima settimana penso sarà decisiva. Speriamo che la prossima settimana possa avere la possibilità di iniziare con noi per vedere realmente come sta. Ma i segnali sono molto positivi”

13.47 – “Mkhitaryan? È un giocatore veramente importante, ha grande esperienza. Può giocare come ala ma può giocare anche come trequartista, può giocare al centro e può giocare anche in porta: è uno dei giocatori più intelligenti che io ho mai conosciuto”

13.45 – “Non abbiamo tanto tempo per pensare o decidere, l’Atalanta è una squadra che fa una pressione fortissima e che recupera palla. Abbiamo lavorato su questi momenti della partita”

13.42 – “Per giocare nella mia squadra il coraggio ci deve essere sempre e penso che questa squadra lo abbia avuto quasi sempre, anche quando abbiamo perso. Ad esempio con la Juventus abbiamo preso due gol nei primi minuti e se una squadra non ha coraggio contro una squadra come la Juve puoi prendere 4-5 gol. Anche con il Torino abbiamo giocato con coraggio. La squadra adesso ha accusato la partita con il Sassuolo”

13.39 – “Il Var challenge? Sono sempre a favore di tutto ciò che possa migliorare il calcio, ma devo confessare di non aver capito bene questa proposta. Mi informerò e poi parlerò di questa questione”

13.39 – “Under e Kluivert? Hanno fatto buone partite entrambi, è vero che Kluivert dopo l’infortunio non ha reso come nella prima parte della stagione. E Under penso che dopo l’infortunio di Zaniolo ha fatto almeno due buone partite. Ma in questo momento con queste sconfitte non è colpa di uno o due giocatori, è colpa di tutti. In questo momento abbiamo bisogno di esperienza, vedremo se giocheranno domani oppure no”

13.37 – “Bruno Peres? Non so se possa giocare più alto, non abbiamo bisogno di farlo giocare come ala. Ci serve come terzino in questo momento”

13.37 – “So che oggi ci saranno tante domande della conferenza di Petrachi ma io sono totalmente concentrato sulla partita di domani, non voglio commentare nessuna parola del mio direttore sportivo. In questo momento non c’è nessun problema, nessuna divisione. Siamo tutti insieme per fare una buona partita domani”

13.35 – “Carles Perez è pronto per giocare titolare? Devo essere onesto: Carles ha fatto una buona partita, è entrato molto bene contro il Bologna, è un ragazzo che sta capendo come è il calcio italiano. Devo dire che è differente rispetto a come si gioca in Spagna e penso che la partita contro il Bologna era una partita particolare, forse non era il miglior momento per farlo giocare. Non sarà facile farlo partire dall’inizio domani”

13.34 – “Mancini a centrocampo? Vediamo domani, è una possibilità. Abbiamo fatto buone partite con grande equilibrio con Mancini come centrocampista”

13.33 – “Possiamo cambiare qualcosa ma l’importante è non cambiare i principi della squadra. So che dopo queste sconfitte tutto è posto in dubbio ma dobbiamo ritornare a fare ciò che abbiamo fatto bene precedentemente”

13.32 – “Mi aspetto una partita molto difficile, l’Atalanta è una grandissima squadra, molto aggressiva. Ha grande qualità, ha buoni attaccanti che attaccano in maniera particolare. È una delle partite più difficili”

13.31 – Gentili lettori benvenuti alla diretta testuale della conferenza di Fonseca pre Atalanta-Roma. A breve l’ingresso del tecnico in sala stampa

About the Author /

Romano, nato in una calda estate del 1995 mentre la capitale iniziava a scoprire Francesco Totti e Alessandro Nesta. Cresciuto tra la terra e i sassi dei campetti della periferia romana e appassionato di scrittura. Ma tra il pallone e la penna ho scelto un compromesso: scrivere di calcio