DIRETTA – Arsenal-Milan, Gattuso in conferenza stampa (LIVE)

di - 14 marzo 2018

Il ritorno non sarà una scampagnata“. Gennaro Gattuso è stato chiaro al termine di Milan-Arsenal 0-2, gara di andata degli ottavi di finale di Europa League 2017-18. Cutrone e compagni sono attesi all’Emirates Stadium per la seconda sfida di questo doppio confronto che definirà la squadra che staccherà il biglietto per i quarti di finale. Alle ore 19:30 italiane di mercoledì 14 marzo il tecnico terrà la conferenza stampa con i giornalisti alla vigilia di Arsenal-Milan.

L’obiettivo è la rimonta e il Milan ci crede per poter continuare questo percorso europeo. Potrete seguire la conferenza su Sportface.it che vi offrirà una diretta testuale con aggiornamenti in tempo reale per non perdere nemmeno una parole delle dichiarazioni di Gattuso.

AGGIORNA LA DIRETTA


20.06 – Termina qui la conferenza stampa di Gennaro Gattuso

20.04 – Gattuso: “Calhanoglu? L’ho visto bene. La stanchezza è quello che stiamo facendo in questi mesi: il fatto di scendere in campo sapendo di non dover sbagliare nulla, quella è tensione e la stanchezza viene dalla tensione. Tante volte più giochi e più ti senti forte, stiamo spendendo tanto a livello mentale e non solo fisico. Io sono contento di Hakan, in questo momento sta facendo qualcosina in meno ma vedo un Hakan che sta ancora aiutando la squadra. Da lui comunque mi aspetto di più”

20.03 – Gattuso: “Se ci sarà qualche errore di qualche singolo giocatore dell’Arsenal cercheremo di approfittarne. Dobbiamo fare qualcosa di diverso rispetto all’andata perché sennò sarà molto difficile, abbiamo il dovere di provarci”

20.02 – Gattuso: “Montella avanti in Champions? Sono davvero contento per lui, noi siamo simili al Siviglia. Mi auguro di ripetere la sua stessa partita, ovviamente senza prendere il gol”

19.59 – Gattuso: “Abbiamo tre attaccanti, sia Kalinic che Andrè Silva hanno caratteristiche similari mentre Cutrone è un po’ diverso. Nikola è un ragazzo che deve prendere fiducia e deve riuscire a segnare il gol: per gli attaccanti è importante buttarla dentro ed in questo momento dobbiamo esser bravi a mandare in gol tutti i nostri attaccanti. La cosa che mi piace di più di Kalinic, ed in questo devo ringraziare i suoi compagni, tutti loro si son messi a disposizione nei momenti difficili, di depressione. Ho visto una squadra matura su questo aspetto e mi è piaciuto molto perché significa che stiamo creando un qualcosa di importante. Dobbiamo sempre aiutarli con una pacca sulle spalle”

19.57 – Gattuso: “Donnarumma? Io con Gigio parlo tutti i giorni, è uno dei pochi con cui bevo il caffè. Siccome in questi mesi son sempre stato vicino a lui, da parte mia c’è sempre stato un rapporto speciale. Io parlo con i miei portieri, quando arriverà il portiere che deve arrivare poi parlerò con lui. Se Gigio è in difficoltà ci parlerò, lui è giovane e bisogna fargli sempre sentire la vicinanza, è un classe 1999. Lui deve pensare solamente a giocare perché deve stare lucido e concentrato perché se in questo momento pensa ad altre cose la cag*** è dietro l’angolo”

19.55 – Gattuso: “Ci mancano Abate e Calabria. Ignazio sapevamo che sentisse un po’ di fastidio al polpaccio, ancora l’edema non è riuscito a smaltirla. Davide? Pensavamo che fosse un qualcosa di più semplice ma ancora non riesce a lavorare. C’è un po’ di stanchezza in generale, quando io parlo di stanchezza confronto i dati. Dopo Genova qualcosa abbiamo pagato ma domani vedremo chi starà meglio e se dovremo far respirare qualcuno ma tutto ciò non deve essere un alibi. Ho dei giocatori forti che possono giocare in qualsiasi momento perché si son sempre allenati con grandi professionalità”

19.54 – Gattuso: “Wilshere nel campionato italiano? Lo ricordo quando son venuto a far un torneo qui nel 2012-13. È un giocatore che sa far andar bene il pallone, baricentro basso. Può giocare sia mezza punta che vertice basso di centrocampo: è un ragazzo che ha avuto tanti problemi fisici ma è un talento. È un giocatore che ho sempre apprezzato per la qualità, è un giocatore un po’ anomalo: ha la cattiveria da inglese ma ha le qualità di uno spagnolo”

19.54 – Termina la conferenza stampa di Suso, le prossime domande saranno solamente per Gennaro Gattuso

19.53 – Suso: “Milan come la Juventus a ribaltar il risultato in Europa? Possiamo prendere ispirazione da loro, perché non si arrendono mai. Tanti pensavano che il Tottenham ce la potesse fare ma probabilmente non conoscevano la Juventus, hanno tanti giocatori davanti che possono far male. A dir la verità pensavo che la Juve si qualificasse facilmente”

19.52 – Gattuso: “Facciamo tanta fatica a fare gol. Sappiamo manovrare con grande facilità ma non riusciamo a concretizzare tutto ciò che creiamo. Nelle ultime 3-4 partite stiamo verticalizzando di meno nelle partite precedenti, dobbiamo esser più bravi”

19.50 – Gattuso: “Mkhitaryan? È un giocatore che può giocare in tutte le posizioni. Quando gioca esterno con piede invertito rientra sempre verso l’interno perché ha il piede per far gol. Da quando è arrivato in Inghilterra è cresciuto, ci mette più forza. Non solo tecnica ma anche velocità, è migliorato”

19.49 – Suso: “Il calcio inglese è molto competitivo. Magari l’Arsenal non si trova nel miglior momento ma hanno un grandissimo manager con ottimi giocatori. Sicuramente cresceranno”

19.48 – Suso: “È una partita in cui ci deve esser attenzione e concentrazione. Per me è stato più difficile preparare la trasferta di Genova perché qui giochi in uno stadio importante, una grande partita”

19.46 – Gattuso: “Io non sono uno che parla tantissimo. Non vado a stressare i giocatori. Però quando dico che l’esperienza non si compra al supermercato è perché si prendono le legnate prima. Quando ci son 75.000 persone che ti spingono e magari tenti qualcosa di diverso è normale che vengano fuori delle difficoltà. L’importante è capire dove abbiamo sbagliato e cosa siamo, come vogliamo giocare. Noi domani non abbiamo nulla da perdere, giocheremo con grande tranquillità, poi vedremo”

19.45 – Gattuso: “Se non rimarremo compatti saremo vulnerabili. Nessuno di noi deve dimenticare questo aspetto perché se stiamo avendo i risultati è perché stiamo compatti”

19.44 – Suso: “Non ci interessa come scenderanno in campo loro, dobbiamo concentrarci su noi stessi. Non dobbiamo avere ansia di fare gol immediatamente. Dobbiamo stare compatti, speriamo di far bene fin dal primo tempo”

19.43 – Gattuso: “Solo una squadra ha ribaltato il 2-0 al ritorno? Siamo nati pronti. Noi siamo venuti qua ed ho iniziato una settimana fa a dire che qua non siamo venuti a fare pasquetta. Sappiamo che sarà una partita difficile contro una squadra che a San Siro ci ha messo in difficoltà a livello tattico e fisico, nel primo tempo. Da parte nostra e da parte del mio staff non abbiamo sottovalutato quel match, anzi, son stati più bravi di noi. Proveremo a fare una partita diversa”

19.42 – Suso: “Domani dobbiamo giocare con la mentalità giusta, da squadra. Sarà una partita molto bella e noi dobbiamo continuare a migliorare e provare a vincerla”

19.40 – Gattuso: “Andrè Silva rinato? Per voi, è sempre stato un giocatore importante. Bisogna aspettarlo, viene da un calcio diverso. E’ un ragazzo che deve iniziare a capire qual’è la sua forza: lui è un ragazzo molto disposto al lavoro e con grande cultura”

19.40 – Gattuso: “Nel primo tempo abbiamo sbagliato l’approccio. Siamo orgogliosi di giocare in uno stadio così importante. C’è un po’ di stanchezza ma abbiamo il dovere di provarci, indossiamo una maglia importante”

19.38 – Arrivati in sala stampa Gattuso e Suso, ora le prime domande

19.30 – Qualche minuto d’attesa prima dell’arrivo del tecnico rossonero in sala stampa

19.08 – Gentili lettori buona serata e benvenuti alla diretta testuale della conferenza stampa di presentazione di Arsenal-Milan, ritorno degli ottavi di finale della Europa League. Intorno alle 19:30 in sala stampa Gennaro Gattuso e Suso per rispondere alle domande dei giornalisti in vista della gara dell’Emirates Stadium

© riproduzione riservata