Running, Nicolò Fazzi: “Alla mezza di Buccinasco Ho sbagliato strada, ma il 4^ posto è ottimo”

di - 14 maggio 2018

Oltre 400 podisti hanno partecipato alla Mezza di Buccinasco, mezza maratona svoltasi domenica 13 maggio a Buccinasco, nel milanese, sotto l’organizzazione dell’ASD Verdepisello Group ed inserita nel programma Running 2018 della FIDAL. Vittorie finali per Massimiliano Milani (Atletica San Marco US ACLI) e Valeria Bellani (Atletica Galliate), che hanno tagliato il traguardo rispettivamente in 1h13’24’’ ed 1h30’22’’.

Nella competizione maschile, da segnalare la prestazione di Nicolò Fazzi (G.P. Parco Alpi Apuane, 1h18’59’’), che è giunto al traguardo in 4^ posizione assoluta, nonostante un errore di percorso che lo ha portato a correre per circa 22km. Il podista toscano, reduce dal 2^ posto alla mezza maratona di Lucca della scorsa settimana, ha raccontato la sua gara a SPORTFACE.it.

Nicolò che gara è stata?
“In generale una bella gara. Non avevo mai corso una mezza con tratti anche in sterrato in mezzo al parco. Una sensazione molto piacevole, faccio i complimenti agli organizzatori”.

Ad un certo punto eri in 3^ posizione, poi che cosa è successo?
“E’ vero, ero 3^ con un distacco non impossibile da recuperare rispetto alla seconda posizione ed è successo che mi sono perso(ride, ndr)”.

Ti sei perso?
“Dopo un ponte, in corrispondenza di una rotonda, forse per un birillo posizionato male o forse per un mio attimo di distrazione o entrambe le cose, ho preso una direzione che non era quella corretta. Dopo aver corso circa 500 metri, mi sono trovato solo e girandomi ho visto la gente che correva diretta altrove. A quel punto sono tornato indietro e mi sono rimesso sul percorso corretto”.

Una bella sfortuna.
“Sì, però può capitare. Sono rientrato in gara intorno alla 10^ posizione ed ho recuperato fino al 4^ posto, pur avendo corso praticamente un km più del dovuto. Sono comunque molto soddisfatto. Come ho detto, la gara mi è piaciuta, gli organizzatori mi hanno anche invitato a tornare il prossimo anno”.

Secondo a Lucca, quarto ieri. Sei in un buon momento di forma.
“Non mi lamento (ride). Qualche acciacco me lo porto dietro ma mi sto togliendo delle belle soddisfazioni”.

Programmi per il resto della stagione?
“Salvo imprevisti, il 16 giugno correrò la mezza maratona di Chiavari. Ci tengo perché è una data particolare”.

Spiegaci meglio.
“Ho cominciato a correre esattamente il 16 giugno di 3 anni fa. Ricordo la data perché avevo smesso di fumare e cercavo una valvola di sfogo. Ho cominciato per scherzo, poi, come spesso succede, la corsa entra a far parte della nostra vita e non ne esce più. Anche il mio babbo correva, evidentemente era destino”.

Hai in programma anche qualche maratona?
“Vediamo come va la stagione, può essere che ne faccia una in autunno, ma l’obiettivo è correre quella di Massa nel 2019”

Perché proprio Massa?
“L’ho già corsa quest’anno, spinto da una persona cara che condivideva questa passione ed è venuta a mancare. Ho ottenuto un 7^ posto assoluto, nonché primo di categoria e di provincia. Mi piacerebbe in modo particolare fare bene anche il prossimo anno”.

 

© riproduzione riservata