ESCLUSIVA – Elisabetta Cocciaretto: “Il ginocchio va meglio, a breve tornerò a giocare”

Elisabetta Cocciaretto - Foto Ray Giubilo

Elisabetta Cocciaretto è pronta a tornare. L’azzurra, classe 2001, si è concessa in esclusiva ai microfoni di Sportface.it, facendo riferimento al percorso di recupero da un fastidioso infortunio al ginocchio sinistro. La tennista marchigiana ha raccontato l’evoluzione del proprio problema fisico, non dimostrando particolare turbamento, ma, al contrario, entusiasmo per un imminente ritorno in campo. L’atleta italiana, tra le giocatrici di punta del movimento nostrano, ha firmato uno strepitoso exploit in Messico, precisamente a Guadalajara, arrendendosi soltanto alla canadese Eugenie Bouchard in semifinale. Dopo le ottime prestazioni in Billie Jean King Cup (ex Fed Cup) contro la Romania, avendo difatti sconfitto in serie Irina Maria Bara e Mihaela Buzarnescu, l’azzurra ha accusato un problema al ginocchio. Da quel momento il calvario e il lento recupero che sembrerebbe però alle fasi finali del suo svolgimento. Nel mezzo, comunque, alcuni incontri disputati non al massimo delle proprie forze e dunque la decisione di fermarsi a luglio 2021.

Inizialmente, Cocciaretto ha palesato la sua situazione nel dettaglio, esternando le varie fasi del processo verso lo stop agonistico. In seguito, l’italiana ha offerto indicazioni sul suo rientro: Ho provato dolore al ginocchio sin dalla Fed Cup, ad aprile, però ho continuato a giocare sulla terra al Foro Italico e al Roland Garros. Non ho partecipato al Wta di Parma, così da concentrarmi sul recupero e staccare, in quanto il dolore era incredibile. A un certo punto non riuscivo a scendere le scale o a correre moderatamente, una vera e propria tragedia (ride, ndr). Giocare è stato molto difficile in queste condizioni; dopo il Roland Garros, infatti, Fausto (Scolari, coach dell’azzurra, ndr) mi ha consigliato di fermarmi e pensare alle cure. Ho saltato tutta la stagione sull’erba e ho cercato di prepararmi per i tornei su terra, mi sentivo meglio. Dopo esser tornata in campo, però, si è ripresentato il dolore e allora ho deciso di sottopormi a ulteriori esami e di star ferma nuovamente. Devo riposare e sto seguendo delle terapie; tornerò presto a giocare, ma non conosco esattamente le tempistiche“. 

In chiusura, inoltre, Cocciaretto ha parlato dei suoi interessi extra-campo, coltivati durante la cesura forzata con il mondo del tennis professionistico: “Accetto di dover star ferma per questo infortunio, sto studiando per dare gli esami all’università; ho dato alcune materie e ne sto preparando altre. Sto facendo altre attività come nuoto e ginnastica a corpo libero, così da non sforzare eccessivamente il ginocchio e beneficiare del tempo ‘libero’ a disposizione. Sto facendo qualcosa di diverso rispetto al tennis e sto imparando nuove pratiche“.