Tania Cagnotto: “Non me la sentivo di andare all’Olimpiade senza onorarla”

Tania Cagnotto - Rio 2016 - Foto Mezzelani/Gmt

Non me la sentivo di andare all’Olimpiade senza onorarla“. È questa la motivazione che ha spinto la campionessa Tania Cagnotto a dare l’addio al mondo dei tuffi. “Non sarei riuscita a prepararla senza la giusta forza di volontà e impegno – ha aggiunto Tania ai microfoni di Rai Sport -. Poi è arrivata la sorpresa di un altro bambino che mi ha aiutato nella scelta. All’Olimpiade non ci sarò, mi dispiace chiuderla qui, anche per le persone che mi aspettavano sul trampolino“. E ancora: “Voglio pensare di aver chiuso in bellezza e in modo romantico la mia carriera, sono riuscita a prendere delle medaglie olimpiche. Vorrei poter trasmettere anche l’esperienza di gareggiare, di rialzarsi dopo una batosta. Mi piacerebbe aiutare i giovani nei momenti più difficili“, ha concluso l’azzurra.

About the Author /

Nato ad Oristano il 2 aprile 1994. Dalla Formula 1 al calcio, passando per tennis, sci alpino e NHL: semplicemente un malato di sport con tanti sogni nel cassetto.