PyeongChang 2018, domenica 11 febbraio: l’Italia prova a spiccare il volo

Peter Fill Olimpiadi PyeongChang 2018 Peter Fill - Foto Pentaphoto/Alessandro Trovati

Senza sosta, è già tempo di pensare alla seconda giornata delle Olimpiadi di PyeongChang. Domenica 11 febbraio la nazionale italiana prova a spiccare il volo e lo farà nella prima mattinata coreana con l’importantissima prova della discesa maschile di sci alpino. Una giornata campale, da vivere dal primo all’ultimo minuto, che comincerà alle 2:00 con il team event del pattinaggio artistico che vedrà l’esordio in questi giochi anche di Carolina Kostner. Senza dimenticare il pattinaggio di velocità con i 5000 metri maschili, lo slittino con la terza e la quarta manche del singolo maschile e la sprint sempre maschile di biathlon. L’obiettivo è portare a casa la prima medaglia di questa rassegna a cinque cerchi.

SCI ALPINO – Cominciano le nottate da brividi. Alle 3:00 scatta, forse visto il meteo che potrebbe fare le bizze, la discesa maschile. Dominik Paris, Peter Fill e Christof Innerhofer possono dare fastidio ai big e cercare di piazzare la zampata che permetterebbe all’Italia di vincere la prima medaglia in questa ventitreesima edizione dei Giochi Olimpici. Norvegia e Austria hanno due grande squadre, ma il team azzurro ha preparato tutta la stagione per questo appuntamento. Nessun dorma.

BIATHLON – Nella prima serata coreana spazio al più grande duello di questi Giochi Olimpici: Martin Fourcade affronta Johannes Boe nella sprint maschile con Lukas Hofer e Dominik Windisch che puntano ad ottenere il miglior piazzamento possibile. Per il podio è durissima visto che durante tutta la stagione il francese ed il norvegese hanno dimostrato di salirci praticamente sempre, dunque c’è solo un posto. Entrare nei primi dieci sarebbe comunque un ottimo risultato anche in vista dell’inseguimento.

SLITTINO – Inutile nasconderci: dopo le prime due manche di sabato si ci aspettava qualcosa in più da Dominik Fischnaller che invece ha chiuso undicesimo ed è praticamente fuori dalla lotta per il podio. Bene Kevin Fischnaller, sesto ad un decimo dal podio, ma per coltivare il sogno medaglia ha bisogno di due manche semplicemente perfette e potrebbero anche non bastare perché recuperare tre posizioni in due manche di slittino è cosa molto ardua. Sarà una sfida comunque tutta da seguire: dalle 12:00 terza e quarta manche per decidere il podio olimpico.

PATTINAGGIO DI VELOCITA – Appuntamento alle otto del mattino per quel che riguarda la velocità con i 5000 metri maschili: Andrea Giovannini, Nicola Tumolero e Davide Ghiotto che potrebbero andare a far saltare il banco in una gara apertissima a qualsiasi situazione.

PATTINAGGIO DI FIGURA – Prosegue il team event con addrittura tre prove in una notte piena e zeppa di gare. Si parte con il programma corto della danza con l’Italia che può schierare Anna Cappellini e Luca Lanotte, a seguire il corto singolo donne con Carolina Kostner a rappresentare il tricolore. Infine, a chiudere il programma, ci penseranno Valentina Marchei e Ondrej Hotarek nel programma libero a coppie. Obiettivo? Migliorare il settimo posto generale che l’Italia ha maturato dopo le prime due prove. Magari entrando anche tra le prime cinque nazioni in vista del rush finale.

SCI DI FONDO – Sulla neve di PyeongChang scendono in pista anche gli uomini nella 30km di skiathlon: Francesco De Fabiani, Dietmar Noeckler, Giandomenico Salvadori e Sergio Rigoni faranno il loro esordio in questi Giochi Olimpici. Occhi puntati soprattutto su De Fabiani che vuole approcciare bene in questa gara che servirà soprattutto per prendere confidenza con la neve coreana in vista della staffetta e della 50km. In ogni caso un piazzamento tra i migliori quindici non è da escludere.